-->

Il Mare Dove Non Si Tocca


Autore: Fabio Genovesi

Fabio non ha quattro nonni, ne ha una decina. Nonni oggi, zii domani e...papà nei giorni a seguire.

Sono il suo mondo, la sua istruzione, la quotidianità. Con loro caccia, pesca, va per funghi mentre il babbo va a cena da amici con gli strumenti da idraulico in tasca, perché sono la sua grande passione...i tubi lo chiamano, lui è il salvatore di tutte le case. 

Una formazione originale, una famiglia considerata pazza, con una maledizione sul collo. Ed è con una dolcezza straordinaria e commovente che seguirete la formazione di Fabio, fatta di parenti che si presentano infervorati in classe per dimostrare che il signore che si fa rubare le galline con così tanta facilità nei problemi matematici è un troglodita, e che insegnare a costruire recinti sicuri è più costruttivo. 

Vedrete i suoi occhi sbalorditi davanti ai tanti bambini fuori dalla sua realtà, lui che...mosca cieca, ruba bandiera, ce l'hai, pac-man mai li ha sentiti, un Fabio che scopre la bellezza dei libri al mercato e sceglie di leggere regolarmente racconti al suo babbo, convinto che, dopo quel maledetto incidente, siano la sola cura per fargli riaprire gli occhi.

              


La storia di un bambino, del suo mondo. Un mondo in cui la normalità è la stranezza più grande e che la stranezza ha un gusto dolcissimo che vi farà vestire da coccinella il giorno di Natale. Una famiglia che si ama in ogni sfumatura, così bizzarra, impulsiva, a tratti silenziosa e impetuosa.

Una formazione a volte severa, crudele, imbarazzante che lo farà boccheggiare a pelo d'acqua perché in quei momenti mai si tocca...ed è proprio lì, dove non si vede sotto, dove si deve improvvisare che s'impartiscono le lezioni più importanti, quelle che salvano, che danno coraggio, speranza e voglia di combattere.

Lettura emozionante, tenera e divertente. 

Grazie Fabio per questa lettura di formazione, un insegnamento utile anche per tutti noi che dodici anni non li abbiamo più, ma mai dobbiamo smettere d'imparare che si deve desiderare lo stretto indispensabile, che raccontare storie davanti ad un televisore spento non ha prezzo, che la famiglia è speciale, anche quando particolarmente stramba.

Qui il libro

Buona lettura,



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento