Uno Scontro Accidentale Sulla Strada Per Andare A Scuola Può Portare Ad Un Bacio? - Kago Shintaro


di Kago Shintaro


Ci voleva il coraggio della Hikari, etichetta della 001 Distribuzioni, per pubblicare (con annesso titolo chilometricamente wertmulleriano) la micidiale antologia del guru Kago Shintaro, quarantacinquenne mangaka giapponese, ad oggi una delle figure più interessanti del panorama fumettistico non solo nipponico.

1303


Regia: Michael Taverna


Ci sono tanti mestieri che le persone potrebbero fare nella loro vita: muratore, impiegato, barbiere, cassiere, benzinaio, etc etc.. Strano è che Michael Taverna abbia voluto fare proprio il regista.

Come inizio di carriera non si poteva fare di peggio e spieghiamo il perché:

  • un uso spropositato delle musichette da tensione;
  • il fantasma è poco credibile (respira e suda);
  • gli effetti speciali troppo risicati;
  • la storia langue;
  • ci sono parecchi attimi di tensione inutili, imbarazzanti e mal montati.


Senza contare la pessima recitazione di Julianne Michelle che non aiuta assolutamente la pellicola. Il film non lascia niente allo spettatore che più o meno dopo i primi 20 minuti inizia a porsi delle inquietanti domande esistenziali.

Sarebbe il caso di non produrre veramente più queste schifezze e soprattutto non tirarci in mezzo attori che possono perderci la credibilità guadagnata tipo Micha Barton e Rebecca De Mornay.

P.S.: 1303 è il numero di bestemmie che ho tirato dopo averlo visto.


ZandZ | Recensissimo

ZandZ raccoglie il peggio del peggio: film che mai avrebbero dovuto essere concepiti né tantomeno pubblicati. Si meritano d'ufficio un -1, che per chi ne capisce di informatica significa 'ERRORE'.



Giudizio complessivo: -1
Buona visione e alla prossima,

Recensissimo



TROiler


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :

Gone


Regia: Heithor Dalhia


Una ragazza (Amanda Seyfried) viene rapita e gettata in un fosso per essere seviziata e uccisa ma miracolosamente riesce a fuggire. La polizia, tirata subito in causa, non riesce a trovare nulla che sostenga questo rapimento, quindi la protagonista passa quasi per pazza e viene fatta internare per qualche mese di terapia. Passa il tempo, e la sorella, che è andata ad abitare da lei, una mattina sparisce misteriosamente…e qui inizia il panico: follia o realtà? 

Grand Budapest Hotel


Regia: Wes Anderson


Una piccola perla, pieno di grazia.

Scene ed atmosfere surreali, trama solida e convincente, storia a tratti commovente, sempre divertente, con qualche punta di crudezza a stemperare l’aria sognante in cui è immersa tutta la pellicola. Ogni sfondo un quadro, ogni dialogo un gioiello, ogni scena in movimento una coreografia.

Gravity



Regia: Alfonso Cuarón


Molto semplicemente, un gruppo di astronauti ha un incidente durante un'attività di riparazione in esterno alla loro casa fluttuante nello spazio, quindi l'aspetto più importante sarà riportare a casa sana e salva la pellaccia.

Maniac


Regia: Franck Khalfoun


Film interpretato da Frodo Baggings, che dopo Grand Piano tenta di affossarsi la carriera con una roba inguardabile di questo genere. La sensazione che rimane alla fine del film è quella della nullità cosmica, nonostante la regia sia decente la storia purtroppo langue, anzi è inesistente.

Maleficent




Regia: Robert Stromberg


Ottimo debutto da regista dello scenografo Robert Stromberga cui tocca dirigere un originale rifacimento della fiaba La Bella Addormentata nel Bosco, già prodotto dalla Disney nel 1959 come cartone animato.

Pompei



Regia: Paul W.S.Anderson


Paul W.S.Anderson per capirci è il regista che ha firmato i meravigliosi Resident Evil, non si comprende quindi perché abbia dovuto cimentarsi in PompeiQuest'inutile pellicola ha l'onore di rovinare non solo la carriera al regista, ma anche quella di Kiefer Sutherland che dopo il bellissimo Il Fondamentalista Riluttante ha deciso di perder colpi senza batter ciglio.

The Big Wedding


Regia: Justin Zackham


La pellicola è il remake di un film francese.

Oculus - Il Riflesso Del Male



Regia: Mike Flanagan


La trama è molto semplice: uno specchio miete vittime da più di 200 anni, ogni acquirente finisce col morire in situazioni molto particolari; le ultime vittime sono state i genitori della protagonista che è determinata a distruggerlo con l'aiuto del fratello..

La pellicola è basata su un precedente cortometraggio dello stesso regista che decisamente sa far bene il suo lavoro. La tensione tiene, la paura si insinua, la curiosità è alle stelle, il film possiede tutto ciò che è necessario per essere visionato ed apprezzato dal pubblico.

La scelta del racconto in parallelo del passato e del presente legati da un'ottima regia vale sicuramente la pena delle due ore passate a guardarlo. Ottimi gli attori che si meritano tutti la citazione:

Karen Gillan: Kaylie Russell
Annalise Basso: Kaylie a 13 anni
Brenton Thwaites: Tim Russell
Garrett Ryan: Tim a 10 anni
Rory Cochrane: Alan Russell
Katee Sackhoff: Marie Russell
James Lafferty: Michael
Miguel Sandoval: Dr. Graham
Katie Parker: Annie
Kate Siegel: Marisol



Consigliato.


Recensissimo




Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :

Frankensteins Army



Regia: Richard Raaphorst


Una squadra di salvataggio russa viene spedita a recuperare un commilitone, si imbatterà in creature generate dalla follia del professore.