-->

Quella Casa Nel Bosco


Regia: Drew Goddard


Che spettacolo, eccovi qui un superconcentrato del cinema horror racchiuso in poco più di un’ora e mezza.

Love Exposure


Regia: Sion Sono


Da dove iniziare? 

Escobar: Il Fascino Del Male


Regia: Fernando León Aranoa

Dopo il Pablo Escobar interpretato da Benicio Del Toro in Escobar: Paradise Lost e quello impersonato da Wagner Moura nella serie tv Narcos prodotta da Netflix, adesso è giunto il turno di Javier Bardem vestire i panni del narcotrafficante più famoso del mondo. 

Zombie Night




Regia: John Gulager


Prima di iniziare la visione, leggendo che il regista è John Gulager, si potrebbe pensare ad un piccolo gioiellino stile Feast o ad uno spassoso Piranha 3DD in versione zombica, ma al 13 secondo tutte le speranze svaniscono quando compare in tutta la sua bellezza il nome Asylum.

The Green Elephant


Regia: Svetlana Baskova 

Troppe poche sono le donne dietro la macchina da presa: c’è stata la romantica Nora Ephron, la coreana Jennifer Yuh (prima donna a dirigere un lungometraggio animato DreamWorks) e come non citare la mitica Lina Wertmüller, orgoglio nostrano grazie ai suoi kilometrici titoli.

Il Cuore Lo Faccio Nero


Autore: Nora Dawning 

Sono umana e troppo debole per poter affrontare sogni e speranze infranti senza cadere".

Un cuore intrappolato in una rete tormentata di solitudine, rabbia, dolore, dipendenze, delusioni. Pagine che urlano disperazione al mondo, urla strazianti, perdita di controllo del proprio corpo, della propria mente.

Southbound


Regia: Vari Registi

Interessante antologia horror che ha in comune un tranquillo pezzetto di strada, dove ne succederanno di ogni, racchiudendo così al suo interno un po’ tutti i vari sottogeneri dell’horror, come vuole la tradizione. 

Boy Meets Girl


Regia: Leos Carax

Opera prima del regista francese Leos Carax, cineasta che in questi anni è riuscito a rivoluzionare il cinema d'oltralpe con uno stile assolutamente personale ed intimo.

Il Dottor Stranamore


Regia: Stanley Kubrick 

Tutti penso conosciate Il Dottor Stranamore, vero? Beh, se così non fosse, non preoccupatevi, non vi fucilerò. Accadrebbe invece il contrario se voi mi diceste di non conoscere il regista di questo film. Se non avete mai sentito parlare di Sir Stanley Kubrick, o non conoscete la settima arte, oppure non conoscete la settima arte e non meritate di possedere una vita.

The Dark Side of The Moon


Gruppo: Pink Floyd 


Basterebbe solo la leggendaria copertina con al centro il prisma attraversato dal fascio di luce lineare (la monotonia della vita quotidiana) che si trasforma in un arcobaleno multicolore (l’ingresso in un mondo ultraterreno, magico e psichedelico, dove gelatai e pusher collaborano per produrre all’unisono alimenti deliranti) per dare un 10 e lode complessivo e finirla qui!

Le Disavventure Di Alice: Assunzione a Tempo Determinato


Autore: Marina Galatioto


Alice...Alice...per favore fai un bel respiro, chiudi gli occhi e rilassati! Povera ragazza...l'ansia gioca brutti scherzi e le figure da impacciata non tardano a far capolino.

Veronica


Regia: Paco Plaza


Più che dignitoso film horror spagnolo, che forse non aggiunge molto al panorama internazionale e che probabilmente non verrà ricordato nei prossimi lustri come il nuovo Shining, ma che ha qualche freccia al suo arco da giocarsi senza troppo sfigurare.

Rampage - Furia Animale


Regia: Brad Peyton


Sin dal primo annuncio questo Rampage non mi ha mai particolarmente ispirato, se non per la presenza di Dwayne Johnson che, per quanto continui ad interpretare gli stessi ruoli nello stesso modo, funziona in qualsiasi blockbuster; sicuramente questo poco interesse da parte mia è dovuto al fatto che non ho mai giocato al videogioco da cui è tratto, tant'è che ne sono venuto a conoscenza solo dopo il suddetto annuncio.

Nella Tana Dei Lupi


Regia: Christian Gudegast


La Tana dei Lupi vede il ritorno sul grande schermo di un attore a cui onestamente non sono particolarmente legato, ma non perché non sia bravo, bensì perché i film in cui recita, non li ho mai trovati particolarmente di livello (i due Attacco al Potere e Geostorm soprattutto).

Il Cavernicolo


Regia: Carl Gottlieb

Ma perché non prendiamo per il culo tutta la Preistoria e non rendiamo ridicole tutte le scoperte che l’uomo delle caverne ha fatto durante i primi secoli della sua esistenza? 

L'Estate del Cane Bambino


Autore: Mario Pistacchio, Laura Toffanello

Credete alle leggende?
Magiche, inquietanti, affascinanti, ma anche protettrici e confortanti.

Le Cinque Variazioni



Regia: Jorgen Leth, Lars Von Trier


Le Cinque Variazioni può essere descritto come un documentario sull'uomo e sul cinema, sulle influenze reciproche tra queste due forme d'arte e sul vero significato di artista.

Ghost Stories


Regia: Jeremy Dyson, Andy Nyman

Ho avuto la grande fortuna di vederlo all'anteprima italiana seguita da un incontro con lo stesso Martin Freeman, perciò diciamo che è stata un'esperienza piuttosto emozionante e che non dimenticherò difficilmente.

Sharktopus vs. Pteracuda


Regia: Kevin O'Neill

E vabbè ormai mi tocca iniziare i commenti di questi film sempre allo stesso modo, credendo di averle già viste tutte in quanto a bizzarre creature catapultate sullo schermo, ma evidentemente (e forse per fortuna) non c’è mai fine al peggio/meglio. Perché dopo Mega Shark vs. Kolossus onestamente pensavo di aver raggiunto il massimo e invece… mi sbagliavo.

Cabal (Romanzo)



Regia: Clive Barker

Cabal è il quarto romanzo del grandissimo Clive Barker, autore e regista horror. 

Un grande gioiello datato 1988 (in Italia arriverà solo due anni dopo), che nel 1990 diventerà poi un film con la regia dello stesso Barker.

Blade Runner


Regia: Ridley Scott

Futuri dispotici caratterizzati da degradazione, inquinamento e robot al dominio del mondo erano già stati raccontati con sagace conoscenza della storia dell’uomo dalle penne di George Orwell in 1984 (grande autore, non c’è che dire, ma anche inventore del Grande Fratello….parliamone un attimo) e di Isaac Asimov (“…la storia dell’ascesa della macchina e del declino dell’uomo…”), ma anche da colossi del cinema come Fritz Lang ed il suo Metropolis, capolavoro del cinema surrealista tedesco che tanto sarebbe piaciuto al Guidobaldo Maria Riccardelli de Il Secondo Tragico Fantozzi.

Diario di un Condannato a Morte


Autore: Alessandro Piana

La morte... Davvero nel nostro mondo esiste qualcuno col diritto di togliere la vita ad un altro essere umano? 

A Quiet Place - Un Posto Tranquillo


Regia: John Krasinski

Mentre il 2017 ci ha regalato un sacco di horror validissimi, questo 2018 è un po’ di braccio corto e, fino a questo punto, non ci ha fatto assistere all’uscita di pellicole troppo superlative.

Napoli Violenta


Regia: Umberto Lenzi

Dopo aver recensito svariati poliziotteschi sparsi per tutta la penisola, da Roma a Milano, fino in Basilicata (ehm no, non esageriamo, fino a lì non mi sono spinto), adesso è il turno di Napoli, che ovviamente ha dato il suo valido contributo alla categoria con i vari Napoli Spara! e Napoli Si Ribella e con il Napoli Violenta di cui parlo oggi.

Repo Man




Regia: Miguel Sapochnik


In un futuro non troppo lontano sarà possibile sostituire i propri organi difettosi e ammalati con altri sintetici di ottima fattura ma, ovviamente, molto costosi. La gente spesso pagherà a rate questi ricambi sintetici e, nel caso qualcuno non se lo possa più permettere, un recuperatore dell'Agenzia verrà a riprendersi forzatamente l’organo, causando in molti casi la morte dell’individuo stesso.

Ready Player One


Regia: Steven Spielberg


Tratto dall'omonimo romanzo di Ernest Cline, Ready Player One, è l'ultima fatica del nostro amato Steven Spielberg, che dopo il recente The Post, ritorna sul grande schermo per la seconda volta in un anno, regalandoci una pellicola fantascientifica come solo lui sa fare, tornando il caro vecchio Spielberg di un tempo, colui che ci ha deliziato con grandissimi classici quali E.T (che tra l'altro è il mio film preferito), Incontri Ravvicinati Del Terzo Tipo, Lo Squalo e Jurassic Park.

Rat Race


Regia: Jerry Zucker

Prendete uno degli autori de L’aereo Più Pazzo Del Mondo, aggiungete uno degli attori comici più irresistibili di sempre e amalgamateli con una road story a base di inseguimenti, nazisti, trapianti di organi e mucche appese ad una mongolfiera: il risultato è un cocktail esplosivo di situazioni slapstick che fanno ridere dall’inizio alla fine!

La Peste Scarlatta


Regia: Jack London

Non c'è scampo.
Il viso si fa paonazzo, le convulsioni e poi tutto finisce.

Red


Autore: Kerstin Gier 

TRAMA

Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. 

The Toxic Avenger


Regia: Lloyd Kaufman, Michael Herz

La Troma non ha certo bisogno di presentazioni, ma io me ne fotto e due cose le dico lo stesso, perché è indubbio che senza di essa il cinema non sarebbe stato lo stesso. Vabbè forse sto esagerando ma credo che molti di voi la penseranno come me al riguardo (in caso contrario fuggite da questa recensione, e dal Blog 😃).