After


Regia: Jenny Gage

TRAMA

Tessa è una brava ragazza, quando incomincia a frequentare il college conosce Hardin, molto diverso da lei; l' attrazione tra i due è immediata e lentamente i due ragazzi si innamorano.

La Voce Del Silenzio - Una Perla In Mezzo Al Mare



Autore: Marco Castiglioni

COMMENTO

Ringrazio l'autore per avermi dato la possibilità di leggere i suoi libri e farò un breve commento per entrambi poiché essendo libri di poesie e aforismi non c'è molto da dire ma più che altro da leggere.

Entrambi i libri parlano di temi attuali ed inoltre ogni poesia e aforisma ha un suo titolo.

Avengers: Endgame


Regia: Anthony e Joe Russo

RECENSIONE NO SPOILER

Credo di non essermi mai emozionato così tanto al cinema, come per Endgame. È la conclusione di tutto. La conclusione dell'MCU come l'abbiamo conosciuto. La conclusione di un Universo Condiviso che ebbe inizio 11 anni fa con il primo Iron Man.

Uccidi Il Padre


Autore: Sandrone Dazieri

Uccidi il Padre è il primo capitolo della trilogia creata da Dazieri conclusasi l'anno scorso con Il Re Di Denari

Glass


Regia: M.Night Shyamalan

Dopo aver ottenuto un buon risultato con Unbreakable ed essere riuscito a collegare ad esso il più recente Split (secondo me casualmente, poiché nel 2000 tutto ciò non era in cantiere), il buon M.Night Shyamalan, regista che non mi fa esattamente impazzire, riesce con Glass a chiudere in maniera dignitosa il suo particolare viaggio all’interno del mondo dei supereroi moderni.

Stan And Ollie



Regia: John S. Baird

E' inutile ricordare CHI e COSA hanno rappresentato per il mondo Stan Lauren e Oliver Hardy, il valore affettivo è veramente immenso verso questa coppia di attori che ha fatto e farà ridere generazioni e generazioni di bambini ed adulti per ancora tantissimo tempo.

Tutta La Verità Su Ruth Malone


Autore: Emma Flint


Ruth é sensuale, bella, desiderata.
Ruth è donna, madre, ex moglie e amante.
Ruth è sola.

Dumbo (2019)


Regia: Tim Burton


RECENSIONE

Metti un classico Disney di lunghissima data, metti l’estro e creatività di un mago del genere come Tim Burton, e sulla carta hai un cioccolatino gustoso solo da scartare e gustare, come faceva guardacaso proprio il piccolo Charlie, con una preziosa barretta Wonka.

Bloodyline


Autore: Gianfranco Nerozzi

Un bambino emofiliaco che riesce a vedere cose che non dovrebbe vedere, un padre commissario di polizia, una scia di omicidi. 

Captive State


Regia: Rupert Wyatt


RECENSIONE

Avete presente quando vedete un film da cui non ti aspetti niente, ma da cui alla fine rimani sorpreso? Ecco, Captive State è uno di quelli.

La Storia Di Clarissa


Autore: Ilaria Rita Bianconi

TRAMA

Questa è la storia di Clarissa, una ragazza speciale, che nella sua breve vita ha dovuto affrontare situazioni più grandi di lei. Fra cui il bullismo. Una storia attuale, dove la sua vita s’intreccia con quella di altri ragazzi e ragazze coetanei e non, con momenti di vita famigliare, sociale e scolastica. Una storia avvincente fra scandali e tanto altro..vita famigliare, sociale e scolastica. Una storia avvincente fra scandali e tanto altro...

Level 16


Regia: Danishka Esterhazy

RECENSIONE

Filmetto che avrebbe il potenziale per diventare un filmone, ma che non se la sente di fare il salto di qualità necessario per poter rimanere impresso a lungo nella memoria dello spettatore.

Gli Occhi Degli Orologi


Autore: Giorgia Spurio

La grande guerra ha distrutto tutto.
Le città accolgono anime vaganti, vuote.
Gli alberi si disintegrano, il cielo è polvere.
Ovunque é contaminazione, silenzio, paura.

Love, Death & Robots



  • SOGGETTO: Tim Miller
  • PRODUZIONE: Netflix
  • STAGIONI: 1
  • DATA D'USCITA: 15/03/2019
  • TEMPO TOTALE DI VISIONE: 3 Ore e 40 Minuti

Il Mondo Inquieto Di Shakespeare


Autore: Neil MacGregor

Il Mondo Inquieto Di Shakespeare è un saggio che, partendo dal grande drammaturgo, racconta la storia dell'Inghilterra elisabettiana, scritto da Neil MacGregor, ex curatore del British Museum.

The Prodigy - Il Figlio Del Male




Regia: Nicholas McCarthy 

La pellicola The Prodigy Il Figlio Del Male recupera una vecchia trama già utilizzata in alcuni film cult degli anni 80/90, ovvero il passaggio dell'anima di una persona appena defunta in un altro corpo che permettere a quest'ultima di continuare a perpetrare i suoi giochetti in maniera indisturbata (vedi La Bambola Chucky ma anche Sotto Shock di Wes Craven).

Il Viaggio Degli Eroi: Il Giuramento


Autore: Cristian Taiani

TRAMA

Nel mondo di Inglor una apparente pace sta per essere minata da un antico e malvagio male, un'oscurità che già in passato aveva causato la più grande guerra che le Sette Terre avevano mai visto.

Noi (Us)


Regia: Jordan Peele


RECENSIONE

Dopo il clamoroso successo di Scappa – Get Out, vincitore di un Oscar per la Migliore Sceneggiatura Originale nel 2018, Jordan Peele rischiava di rimanere un cosiddetto ‘one hit wonder’, ma la maledizione del secondo film è stata scongiurata grazie a Noi (Us già campione di incassi in America) che il 40enne regista newyorchese ha scritto, prodotto e – ovviamente – diretto in maniera esemplare.

Il Testamento di Magdalen Blair


Autore: Aleister Crowley 

NELLA MORTE L'UOMO VIVE ANCORA, E VIVE PER SEMPRE 

Il Testamento di Magdalen Blair è un piccolo libro, edito Abeeditore. Una storia breve del noto occultista e uomo della contro-cultura Aleister Crowley.

La trama è tutto sommato abbastanza semplice: Magdalen è una studentessa di Cambrige col il dono di saper leggere la mente e le sensazioni delle persone. La sua vita precipiterà nel momento in cui il marito si troverà vicino alla morte.

La forza di questo breve racconto non è la sua trama, ma il modo in cui è narrata e costruita. È una delle storie più inquietanti che mi sia mai capitato di leggere perché si interroga su quello che tutti, forse, ci siamo sempre chiesti: cosa si prova quando si sta per morire? Quali sono le sensazioni? È proprio Magdalen a rispondere ai nostri quesiti, attraverso il suo dono nefasto; lei che percepisce il Male e il dolore delle persone. Magdalen che a 24 anni sembra una donna anziana, Magdalen che fuma una sigaretta dietro l'altra per non sentir urlare i mostri dentro la sua testa.

Menzione d'onore alla bellissima edizione e alla cura maniacale del dettaglio (dalla carta al carattere tipografico alle illustrazioni); un libro che, oltre ad essere una bellissima e tremenda storia, è un piccolo gioiello da collezione

Un libro immancabile nella libreria di ogni amante della letteratura horror.

Buona lettura,


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

La Grande Bellezza


Regia: Paolo Sorrentino

La Grande Bellezza è il film più famoso di Sorrentino, premiato con l’oscar al miglior film straniero. Narra la storia di Jep Gambardella, uno scrittore con un solo romanzo all’attivo, che passa la vita andando a festini e facendo cose inutili.

Impariamo a Rilassarci


Autore: Marina Panatero, Tea Pecunia

Si pensa sempre di...
Non avere tempo
Non essere in grado
Non saper tenere la posizione del loto
Non respirare correttamente
Di NON... NON... NON...

Suspiria (2018)


Regia: Luca Guadagnino

RECENSIONE 

Una “semplice”, seppur assolutamente dignitosa, esibizione di tecnica.

Questo è quello che mi è venuto da pensare appena terminata la visione di questo film, visione che ho rimandato per molto tempo e che forse avrei fatto bene a rimandare ancora.

Tre Passi Nel Delirio - Spirits of the Dead (1968)


Regia: Roger Vadim, Louis Malle, Federico Fellini

"For me the devil is friendly and joyful. He's a little girl.”

Dopo The Field Guide of Evil mi pareva giusto continuare con le antologie horror e il mio recente acquisto di Tre Passi nel Delirio, film collettivo composto da 3 mediometraggi di circa 35-45 minuti l’uno, me lo ha permesso.

Pizzeria Kamikaze


Autore: Etgar Keret

Pizzeria Kamikaze è una raccolta di nove racconti dello scrittore israeliano Etgar Keret, edita Feltrinelli.

Le Correnti Del Fato


Autore: Alessandro Moscini

Quegli occhi lo colpirono nel profondo.
La sentiva. I loro cuori battevano all'unisono, i pensieri si toccavano. Una forte attrazione? No...Una fusione di menti.

Ghost Stories


Regia: Andy Nyman e Jeremy Dyson

Interessante questa pellicola, mi ha dato l'opportunità di conoscere Andy Nyman, sia come attore che come regista, in entrambi le vesti si muove bene.

Il Custode Dei Segreti



Autore: Judith Cutler

TRAMA

È la primavera del 1810 quando il giovane reverendo Tobias Campion si insedia nella parrocchia di Moreton, nel Warwickshire. Ma già la prima notte Tobias è colto da strani presentimenti e nei giorni successivi ha l'impressione che la gente del villaggio gli nasconda qualcosa... 

Escape Room




ANNO : 2019 
DURATA : 100 minuti 
REGIA : Adam Robitel 
ATTORI : Deborah Ann Woll, Logan Miller,
GENERE : Horror 

Il Re di Denari


Autore: Sandrone Dazieri

"Don’t you never try to look behind my eyes. You don’t wanna know what they have seen".

Con questa citazione di Frank Zappa comincia il terzo ed ultimo tassello della trilogia firmata da Sandrone Dazieri, iniziata con Uccidi Il Padre e proseguita con l’ottimo seguito rispondente al nome de L’Angelo (in cui all’inizio erano i Sex Pistols ad aprire le danze, a testimonianza che l’autore, anche in campo musicale, sa il fatto suo. 

Captain Marvel


Regia: Anna Boden e Ryan Fleck

Captain Marvel è il nuovo film del Marvel Cinematic Universe, l’unico che ci separa dal film evento del 2019 che in milioni di persone aspettiamo con un’ansia inimmaginabile, diretto dai due registi Ryan Fleck e Anna Boden

Era il 2016 quando il Presidente dei Marvel Studios ha annunciato che Brie Larson, la straordinaria attrice Premio Oscar per il favoloso Room, avrebbe interpretato Carol Danvers.



TRAMA

Dopo aver abbandonato la propria vita sulla Terra, Carol si unisce alla Starforce, il reparto d'elite intergalattico della civiltà aliena dei Kree, guidato dall'enigmatico comandante Yon-Rogg, guerriero molto stimato e leader capace di incutere timore, un vero e proprio eroe tra i Kree che diventerà il mentore di Carole.

Ma una volta terminato l'addestramento ed essere divenuta un importante membro della Starforce, si ritrova nuovamente sulla Terra - coinvolta nella guerra tra le due razze aliene dei Kree e degli Skrull - con nuove domande sul proprio passato.

La supereroina attira presto l'attenzione di Nick Fury, agente dello dello S.H.I.E.L.D, che si trova in quegli anni post Guerra Fredda in lotta per trovare uno scopo all'interno dell'organizzazione spionistica e antiterroristica…


Il risultato è all’altezza delle aspettative? 

Sinceramente avevo delle aspettative altissime per questo film, credevo che sarebbe stato uno dei migliori film dell’MCU e devo ammettere di essere rimasto parzialmente deluso. Questo Captain Marvel mira principalmente ad intrattenere e ci riesce benissimo, non c’è nessun momento di noia, il ritmo è ottimo i personaggi funzionano tutti abbastanza bene, ma manca di azione e il secondo tempo è molto sotto rispetto al primo. 

Andiamo con ordine.

A guidare il cast del film troviamo una Brie Larson in formissima che si è calata perfettamente nel ruolo, la sua Carol Danvers è molto umana e almeno io, sono riuscito a empatizzare molto bene con lei. Insieme a lei c’è un Samuel L. Jackson come non lo vedevamo da The Heightful Eight, il lavoro in CGI fatto sul suo volto è a dir poco perfetto e non appiattisce la sua performance. Il suo Nick Fury è però totalmente diverso da quello che conosciamo, ho adorato il modo in cui l’hanno usato e da come ci hanno fatto vedere che anche lui ha un lato tenero e prova emozioni; solo una cosa relativa al personaggio non mi è piaciuta per niente, ma per evitare gli spoiler preferisco non parlarne. La chimica tra i due personaggi è perfetta ed è una delle migliori tra i film dell’MCU. Ben Mendelsohn riesce finalmente ad interpretare un personaggio con un minimo di spessore dopo i suoi anni da villain, di cui non me ne piace nemmeno uno, tutti scialbi e poco caratterizzati. Il suo Talos però non è come i suoi vecchi personaggi, è carismatico, ben caratterizzato, ruba più volte la scena e funziona bene con tutto il resto. Brava anche la sconosciuta Lashana Lynch, non credevo che il suo personaggio avrebbe avuto così tanto screen-time e la sua presenza non mi è dispiaciuta. Annette Bening è strepitosa nel suo duplice ruolo di cui non parlerò per evitare gli spoiler, questa attrice ha proprio carisma da vendere. Jude Law invece mi è piaciuto fino ad un certo punto, il suo personaggio non è ben caratterizzato e il modo in cui viene utilizzato non mi ha fatto impazzire, sul finale devo ammettere di averlo trovato molto insopportabile. Il personaggio migliore di tutti è però Goose, il gatto di Captain Marvel, questo “tenero” gattino è stato utilizzato perfettamente, la sua presenza non è infantile come invece credevo e tutte le scene in cui compare sono indimenticabili.

Mi sarebbe piaciuto vedere un minimo di approfondimento dei componenti dello Starforce, ma non mi aspettavo che l’avrebbero fatto quindi diciamo che va bene così. I Kree in generale però sono poco approfonditi, credevo che avremmo visto più specie aliene e più combattimenti su Hala, a cui il film riserva una buona parte di tempo.

La trama è più articolata di quanto pensassi, il film ha vari colpi di scena inaspettati e ben scritti che non stonano e che non creano buchi di trama (tranne uno forse). La sceneggiatura è molto buona e la struttura del film è diversa da quella degli altri stand-alone della Marvel, i flashback sono ridotti e sono a dir poco fantastici, la scena dell’incidente è favolosa (DC devi imparare ad usare la slow motion dalla Marvel), il montaggio in quelle sequenze è splendido. 

La prima parte, riservata principalmente ad Hala, l’ho adorata, le scenografie, la fotografia e gli effetti visivi erano splendidi, quella parte poi aveva una sorta di vena thriller che mi ha fatto impazzire. Nel secondo tempo però ci ritroviamo sulla Terra dove il film sembra quasi cambiare stile, mentre il terzo atto, c’è la strepitosa sequenza in cui Carol ottiene i suoi veri poteri, ma gli ultimi 20 minuti circa li ho trovati sottotono, la qualità degli effetti visivi cala notevolmente e il combattimento finale dura troppo poco.


Infine volevo esprimere un parere sulla colonna sonora, da cui mi aspettavo tantissimo e che non mi ha soddisfatto minimamente. La compositrice Pinar Toprak non l’avevo mai sentita in vita mia, ma credevo che avrebbe svolto un ottimo lavoro. Nei Guardiani della Galassia vol. 1 e 2 troviamo dei brani anni ’80 fantastici e la colonna sonora è degna di nota quindi pensavo che qui avrebbero trovato un simile espediente per le tracce musicali, invece il film mette delle canzoni che a fine visione mi ero già dimenticato (tranne Come As You Are dei Nirvana e sapete perfettamente di quale scena parlo). Il tema principale del film invece è piattissimo e non è diverso da una normalissima colonna sonora.

Piccola menzione del tributo a Stan Lee che già mi ha fatto piangere nei primi 3 secondi del film e alle scene dopo i titoli di coda; la prima scena mi ha fatto urlare in sala, è fantastica, ho pensato quella scena tutta la notte, mentre la seconda è molto simpatica. 

In breve quindi Captain Marvel è un ottimo film di intrattenimento che mi ha fatto innamorare della protagonista e che mi ha fatto amare ancora di più Nick Fury; è diverso dalla solita formula che usa l’MCU, con ottime interpretazioni e un buon comparto tecnico. 

Non è tra i migliori come invece mi aspettavo, ma non è nemmeno tra i peggiori, credo che alcuni personaggi verranno maggiormente esplorati in un possibile sequel che sono molto curioso di vedere.

Giudizio complessivo: 7.8
Buona visione,





Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: