-->

Servant


Regia: M. Night Shyamalan, Daniel Sackheim


SERVANT

Ideatore: Tony Basgallop

Apple TV fa il colpaccio con questa nuova serie tv originale creata dalle mente di M. Night Shyamalan (Il Sesto Senso, Split  e Daniel Sackheim (Dr. House).

Una serie Thriller-Horror che mi ha davvero molto sorpreso, tra misteri, inquietanti enigmi familiari e personaggi criptici, la storia è tra le più interessanti viste di recente. 

Filadelfia, Pennsylvania. In una buia e piovosa serata la famiglia Turner è in casa e aspetta qualcuno. Questi ultimi sono i coniugi Sean e Dorothy, più Jericho. Il primo è un famoso chef, spesso ospite in programmi di cucina e molto richiesto dai più prestigiosi clienti. La seconda riveste l’importante ruolo di inviata per il notiziario locale. Il terzo è il loro figliolo neonato, che però non è un bambino reale, in carne ed ossa. Il neonato è in realtà una bambola reborn. 



Lo si nota sin dal primo episodio che la nuova serie Apple vuole inquietare psicologicamente lo spettatore, e ogni elemento sembra uscire fuori nel momento ideale per creare una serie di eventi che non lasciano indifferenti. Ed è proprio l’inquietudine l’elemento di forza della serie, che riesce costantemente a far mancare il respiro “senza mostrare nulla”. 

Incredibile la regia, che ho apprezzato tantissimo, con movimenti della macchina da presa che, insieme al montaggio serrato e alle inquadratura dal taglio particolare, riescono a renderci parte della famiglia, trasportati da una parte all’altra della casa. 

I personaggi infine sono davvero ben interpretati dagli attori, che riescono ad essere molto credibili nei loro ruoli.

Sembra che ci sarà una seconda stagione che, salvo imprevisti legati all’emergenza, arriverà a fine anno. Sembra inoltre che i misteri legati alla serie siano più ampi rispetto a ciò che ci è stato mostrato. E sono decisamente curioso di vedere un seguito al più presto.

Buona visione,


Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento