-->

7500



Regia: Patrick Vollrath

7500 è un film del 2019 diretto da Patrick Vollrath con Joseph Gordon-Levitt, Aylin Tezel, Omid Memar

Il film si svolge interamente nella cabina di pilotaggio di un aereo. Un giorno come tanti, un volo di linea tedesco, il personale prende servizio, un saluto al comandante, l'imbarco dei passeggeri, gli ultimi adempimenti e si decolla. 

Oggi ai comandi c'è il secondo pilota, un giovane americano già esperto, Tobias, il fidanzato di una delle hostess presenti a bordo con cui ha un bimbo di due anni; non sono ancora sposati, ma progettano un matrimonio a breve e, nel frattempo, non confondono mai il lavoro con la vita privata. 

Così il volo procede sereno, nonostante una turbolenza che, comunque, non desta particolari preoccupazioni. Il videocitofono riprende tutto ciò che avviene nello spazio antistante la cabina di comando; un'hostess bussa per la cena, si apre la porta e... irrompono con violenza dei dirottatori. Inizia una colluttazione, i due piloti restano feriti... gravemente il comandante. Tobias riesce a richiudere la porta e a mettere fuori gioco il terrorista rimasto all'interno... ora è tutto nelle sue mani. 

Sono questi i momenti che segnano un'esistenza, quegli attimi in cui senti di governare il destino, di "cavalcare l'onda". L'adrenalina affina l'acume, la ragione imprigiona la coscienza, quasi a volerla tacitare, e ti ritrovi a fare le tue scelte, terribili ma inevitabili. E resti lì, gelido, a pensare alla prossima mossa...fingendo di ignorare che, ormai, hai già perso tutto. 


Non c'è un prima, né un dopo, ma solo quell'istante...e ci sarà per sempre. Eppure la vita non sembra accorgersi di tutto questo trambusto; i secondi scandiscono sempre lo stesso tempo, i comandi dell'aereo rispondono senza distinzione di pilota, la torre di controllo applica le procedure, la polizia rispetta il protocollo, le porte si aprono, poi si chiudono, cala il sipario, tutti a casa... calpestando, indifferenti, le macerie del cuore in frantumi.

Note positive: la camera da presa, usata in modo magistrale, riesce a trasportare lo spettatore all'interno dell'aereo, a trasmettere, come in una sorta di realtà virtuale, ogni singola vibrazione del velivolo, ciascuna accelerazione o brusca virata, in uno stato di eccitazione da suspense. L'ottima interpretazione di Gordon-Levitt, inoltre, impreziosisce la pellicola.

Note negative: l'analisi delle emozioni appare volutamente piatta, forse all'eccesso, tanto da rischiare di non essere colta da una visione poco attenta. 

Giudizio complessivo: 7

Buona visione,


Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento