-->

Nelle Foreste Siberiane



Autore: Sylvain Tesson

Per poter incontrare qualcuno si devono impiegare ore di strada. Ci si aspetta, si beve insieme e in un attimo si crea la compagnia. Un’atmosfera che chi vive in città stenta a definire accogliente perché insolita, lenta.

Le raffiche di vento sono melodia, gli “aperitivi” di pesce, birra e vodka non mancano. Le conversazioni? Essenziali. Non si fanno giri infiniti per dialogare, tutto è centellinato: parole, pensieri e le pagine che si leggono.​ 

Ho scelto Tesson, giornalista e viaggiatore, perché avevo bisogno di fare l’eremita, di allontanarmi dal caos cittadino, dai futili discorsi. Con Tesson ho appoggiato la fronte al vetro​ della finestra e mi sono lasciata trasportare in un mondo primordiale, dove la semplicità delle capanne fa godere della bellezza, quella vera, modesta. 

È sorprendente, qui non si necessita nulla, solo lo stretto indispensabile per pescare, bere, coprirsi, leggere e scrivere. Il resto dell’occorrente è nella mente, nel cuore e nell’anima. In questo posto non si viaggia, ci si ferma.



L’immobilità è indispensabile per un percorso alla scoperta di una vita interiore, all’ascolto delle domande che la nostra mente crea. Siamo davvero soli. Silenzio e solitudine sono preziosi in una realtà dove si rincorrono insignificanti chimere e si dialoga senza ascoltare. In questo viaggio​ la natura si gode lo spettacolo di noi che riflettiamo sulla delicatezza dei cristalli di neve, sulla spiritualità, su noi stessi domandandoci per quanto tempo ci si può ancora sopportare. 

Siamo a 120 chilometri dal primo villaggio, le sole attività fattibili sono fumare, bere, pescare, leggere, scrivere, tagliare la legna e pensare. 

Tesson è poesia, magia. Ci fa conoscere il progresso, quello vero, scaturito dalla regressione e, nelle ore di bufera, ci rende partecipi delle letture che ha scelto: Nietzsche, Schopenhauer, Lawrence ed altri capolavori. 

In un mondo ossessionato dalle immagini, dalle fotografie, qui si guarda davvero la natura, si ascolta il frastuono della mente. Non c’è scampo…È ora di fare i conti con noi stessi. 

Lettura meravigliosa. 

Qui il libro

Buona lettura, 


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento