-->

Edgar Allan Poe - Tutti i Racconti (Ediz. 1963)


Autore: Edgar Allan Poe

Già in passato mi era capitato di leggere i racconti di Edgar Allan Poe, ma sempre in ordine sparso e senza mai appuntarmi nulla, per cui molti erano caduti nel dimenticatoio.

Da qui la voglia/necessità di presentarli uno ad uno (esattamente così come li si ritrova nella fantastica edizione del 1963, con tanto di illustrazioni di Harry Clarke), anche perché francamente Poe è uno scrittore che adoro sia per quanto riguarda le storie narrate, ma soprattutto per il suo modo di scrivere, una vera delizia per chi sa apprezzarne la bellezza. 

--------------------

La Pantomima Della Morte Rossa

A causa di una terribile epidemia, il principe Prospero riunisce in una mega reggia un folto gruppo di persone per potersi godere al meglio la quarantena. Ma sfuggire alla morte rossa non è semplice e se ne accorgeranno tutti. 

Grande inizio, la figura della morte rossa è perfetta, anche considerando la situazione attuale. Racconto da cui è stato tratto il film La Maschera della Morte Rossa con Vincent Price

--------------------

L'uomo Della Folla

Un uomo staziona comodamente seduto al tavolo del Caffè D. a Londra contemplando la folla che si accalca all'esterno, finché la figura di un vecchio non lo incuriosisce fin tanto da costringerlo a seguirlo per ore. 

La descrizione della tipologia di persone incontrate è a dir poco eccezionale, ricca di dettagli e significati e alla fine...beh finisce che ti senti stanco dopo tutto quel camminare, anche se sei rimasto comodamente affondato nel tuo divano. 

--------------------

Il Demone Della Perversità 

Qui Poe si abbandona ad un lungo saggio sulla frenologia e sul concetto di "perversità", che spingerebbe gli uomini a compiere tutte quelle azioni che altrimenti apparirebbero inspiegabili. Il tutto per trovare una sorta di giustificazione per ciò che il personaggio che parla in prima persona ha compiuto...affrontandone le conseguenze. 

Un mix di scienza e filosofia che non è sempre facilissimo da seguire, ma che, a causa della sua brevità, passa via rapido. 

--------------------

William Wilson 

Un uomo, William Wilson (che così si fa chiamare, causa vergogna per il suo vero nome) è ossessionato, nel periodo scolastico, da un individuo che pare essere uguale a lui in tutto e per tutto. Anche se proverà a scrollarselo di dosso, Wilson continuerà a perseguitarlo per tutta la vita, fino all'amara conclusione. 

Poe gioca qui col tema del "doppio", che verrà poi ripreso in futuro anche da King a proposito dell'Outsider. Difficilmente dimenticabile. 

--------------------

Il Cuore Rivelatore 

Un uomo, ossessionato dall'occhio malefico del suo vecchio, decide che è arrivato il momento di farlo fuori. Riuscirà nell'intento? 

Racconto brevissimo, ma assolutamente coinvolgente, la descrizione dell'uomo nella stanza mentre cerca di portare a termine l'operazione è veramente d'autore e il cuore comincia ad accelerare anche nel lettore. 

--------------------

Il Gatto Nero 

L'attrazione che il protagonista di questa storia nutre nei confronti degli animali, ed in particolare dei gatti, diminuisce sempre di più col passare del tempo, costringendo l'uomo a compiere atroci violenze verso le povere bestie...e non solo verso di loro. 

Il tema del gatto nero è un grande classico, ripreso poi in diverse opere più recenti delle quali ho anche parlato recentemente (vedi per esempio I Delitti del Gatto Nero). Poe ovviamente lo analizza alla perfezione, regalandoci un racconto macabro, inquietante ed affascinante. 

--------------------

La Botte Di Amontillado 

Un tale Montresor subisce un torto dall'amico Fortunato e decide di vendicarsi, approfittando delle debolezze dell'uomo, in questo caso la passione per il vino. 

Poe ritorna sul concetto del seppellire (o murare) qualcuno da vivo, tema evidentemente a lui caro, dando ancora voce, in prima persona, all'esecutore del diabolico piano. 

--------------------

Salta Rospo 

Salta Rospo, nano e giullare di corte, un giorno decise che non è più tempo di subire le angherie del re e dei suoi stretti collaboratori. Per qualcuno finirà male. 

Ancora il tema della vendetta per Poe, in un racconto sempre breve, ma che offre diversi spunti di riflessione. Racconto da cui è stato tratto il film La Maschera della Morte Rossa con Vincent Price

--------------------

Metzengerstein 

L'antica faida tra due casate dai nomi impronunciabili, viene vissuta non benissimo dal giovane rampollo di quella che dà il nome al racconto. 

La sua passione per un cavallo indomabile, a tratti quasi posseduto, lo porterà a cavalcarlo continuamente fino al poetico finale, dove la nuvola di fumo a forma di equino, chiude perfettamente il tutto. 

--------------------

Il Pozzo e Il Pendolo 

Un uomo si trova ad avere qualche piccolo diverbio con l'Inquisizione e dovrà sopportare gli ingegnosi tentativi studiati per eliminarlo. 

Sicuramente uno dei racconti più famosi e non a caso. Un'ansia incredibile pervade il lettore sin dalle prime pagine, quando il condannato cerca di capire dove si trova, fino alla scoperta del pozzo ed in seguito del pendolo. La sensazione della lama che sta per arrivare, narrata in prima persona, costringe a leggere in totale apnea, fino all'atteso finale. Applausi. 

--------------------

L'isola della Fata 

Gioire in solitudine delle meraviglie che la vita ci offre, che siano esse prodotte dall'uomo (come nel caso della musica), o che siano semplicemente un dono della natura, sembra essere la filosofia del protagonista di questo racconto. 

La contemplazione dell'isola in mezzo al fiume, lo porterà a riflettere sul senso della vita. Racconto molto breve, dove le eccellenti descrizioni la fanno da padrone. 

--------------------

Il Dominio Di Arnheim 

Un uomo affetto dalla mania del "giardinismo" cercherà il luogo adatto per costruire il suo paradiso naturale. 

Uno dei racconti che si fatica di più a leggere e che si regge unicamente sulla descrizione dei luoghi e sullo stile narrativo, sempre eccezionale, di Poe. 

--------------------

Villa Landor 

Racconto che riprende lo stile usato ne Il dominio di Arnheim, totalmente descrittivo. Questa volta tocca alla dimora di Mr.Landor, così come l'ha trovata il visitatore che parla in prima persona. 

Sempre molto gradevole da leggere, ma non indimenticabile. 

--------------------

La Cassa Oblunga

Un viaggio per mare inizia a coprirsi di mistero quando uno dei passeggeri si porterà appresso una cassa alla quale sembra dedicare parecchie attenzioni. Cosa conterrà? 

Racconto che gioca tutto sulla curiosità di scoprire il contenuto della cassa, riuscendo perfettamente nell'intento prefissato. Il passaggio da un semplice gossip alla tragedia è assai breve.


Eleonora

Dopo aver vissuto in una sorta di paradiso naturale per circa 15 anni insieme alla cugina e alla zia, per un giovane comincia a palesarsi l'idea che "Non c'è cosa più divina che...". Ecco peccato che però le cose non andranno come preventivato.

Primo racconto dedicato ad una figura femminile, una sorta di inno all'amore, più forte di tutto, anche del tradimento.

--------------------

Morella

Dopo aver sposato la sua amata Morella, un uomo comincia a subirne l'ingombrante presenza, arrivando a desiderarne la morte. Ma siamo sicuri che, anche dopo il trapasso, il protagonista riuscirà a liberarsi di lei?

Breve ma intenso, continuano le riflessioni di Poe sull'amore, in particolare sull'amore eterno, che non svanisce mai e che continua ad accompagnarti anche quando, forse, non gradiresti esattamente la sua compagnia.

--------------------

Berenice

Egeus, singolare individuo sofferente della sindrome da lui definita monotonia, finisce con lo spostare la cugina Berenice ma, a seguito della malattia di lei, finirà ossessionato per i denti della donna.

Ancora una figura femminile protagonista, ancora una volta la cugina e ancora una volta lo spettro della morte che si aggira indisturbato. L'immagine dei denti resta ben vivida nel lettore (e infatti, a distanza di anni, il racconto lo ricordavo ancora bene) e poi c'è la frase "Quando io sono convinto, non cerco di convincere", che posso affermare di aver fatto mia senza indugio.

--------------------

Ligeia

Un uomo innamoratissimo della sua sposa Ligeia (ed in particolare dei suoi occhi), la vede "stranamente" morire e la stessa sorte toccherà alla signora sposata in seguito. Ma siamo sicuri che siano morte entrambe?

Termina qui il ciclo dedicato alle donne e alla morte che di esse si impadronisce, con un racconto carico di pathos che trova il suo compimento nel grandissimo finale.

--------------------

L'appuntamento

Venezia, il bambino della Marchesa Afrodite cade in un canale ma un misterioso straniero riesce a salvarlo. Il protagonista narratore della storia farà visita allo straniero e farà luce sull'appuntamento tra lui e la Marchesa.

Anche se il titolo farebbe pensare ad un incontro galante e ad una storia d'amore semi normale, Poe non si smentisce ed il profumo di morte che si respira negli scritti dello scrittore torna prepotentemente a farsi sentire sul finale del racconto.

--------------------

La Fine Della Casa Usher

Un uomo viene convocato a casa di un vecchio amico, causa malattia sua ed in particolare della sorella. La gestione della malattia di entrambi non verrà gestita nel migliore dei modi.

Un altro dei racconti più famosi, dove Poe riprende il concetto della morte e della malattia. Ricorda in un certo senso quello che abbiamo letto precedentemente in Ligeia e trova il suo massimo compimento sulle immagini della sorella nel finale e, immediatamente dopo, nella fine della Casa degli Usher.

--------------------

Il Ritratto Ovale

Trovatosi a dimorare nella stanza di un castello abbandonato, il protagonista di questa storia si dedica alla contemplazione dei quadri ivi presenti...di uno in particolare.

Racconto brevissimo, pochissime pagine per esplorare con successo il concetto di "dar vita ad un ritratto".

--------------------

Monos e Una

Monos e Una sono due amanti ormai morti, che si ritrovano nell'aldilà a discutere sul senso della vita, della morte e della rinascita.

Racconto scritto sotto forma di dialogo, in cui trovano spazio diverse argomentazioni filosofiche che in un primo momento non rendono molto scorrevole la lettura. Interessante il concetto del "nascere di nuovo", ma non rientra nei miei preferiti.

--------------------

Eiros e Charmion

Stavolta il dialogo, chiaramente post mortem, avviene tra due amici e l'oggetto della conversazione verte su una sorta di cometa in procinto di distruggere la terra.

Vengono descritti gli ultimi giorni concessi all'umanità, gettando le basi per tutti i romanzi e la filmografia che tratterà in seguito l'argomento. Precursore.

--------------------

Una Storia delle Ragged Mountains

Il protagonista narra della sua amicizia con Mr.Bedloe, un uomo con qualche piccolo problema psichico che, tornato da una gita sulle Ragged Mountains, si renderà conto che, quello appena vissuto, non è stato semplicemente un sogno.

Interessante disamina di Poe che, in un mix di sogno, delirio, malattia, vita e morte, riesce a regalarci un racconto intrigante e dalle molte sfaccettature.

--------------------

Il Seppellimento Prematuro

In questo racconto Poe cita prima alcuni casi si seppellimenti prematuri, per concentrarsi poi sulla vicenda che ha visto protagonista il narratore della storia.

Un racconto tra i più famosi, anch'esso ispiratore di molte opere future, dove l'ossessione a volte gioca davvero brutti scherzi, soprattutto se riguarda la paura di venire rinchiuso vivo all'interno di una cassa. Sempre molto di effetto.

--------------------

Il Caso Valdermar

Ernest Valdemar, visti i problemi di salute, accetta di partecipare ad un esperimento che prevede la sua mesmerizzazione.

Ancora un racconto che sta in bilico tra la vita e la morte e che gioca sia con le sensazioni del presunto defunto che con le teorie sviluppate da Franz Anton Mesmer. Il tutto in puro stile Poe.

--------------------

Gli Occhiali

Un uomo affetto da seri problemi alla vista, si rifiuta di indossare gli occhiali, esponendosi di conseguenza al grave rischio figure dimmerda.

Uno dei racconti più divertenti di Poe, fatto piuttosto strano a dire il vero. Una storia che farebbe impallidire perfino gli sceneggiatori di Beautiful e che mi rammenta sempre di tenere a portata di mano i miei Ray-Ban, onde evitare di far la fine di Mr.Simpson.

--------------------

Re Peste

Due ubriaconi, di professione marinai, dopo essere fuggiti senza pagare dal locale dove si erano riempiti di birra, fanno irruzione nella zona off-limit dove la peste regna sovrana. Faranno la conoscenza di Re Peste e dei suoi curiosi compagni di bevute.

Racconto che, come Gli Occhiali, si discosta dal generale presomalismo di Poe. Seppur in un contesto macabro e drammatico infatti, le descrizioni dei bizzarri individui, la battaglia all'interno del regno di Re Peste e il premiante finale riescono a far sorridere, anche in un periodo dove non è difficile immedesimarsi nelle descrizioni del degrado causato dell'epidemia.

--------------------

La Beffa Del Pallone

Poe qui si fa beffe dei lettori, grazie alla pubblicazione di questa sensazionale impresa, la traversata dell'Atlantico compiuta in pochi giorni tramite pallone aerostatico.

Interessante fu come il pubblico abbia creduto davvero alla notizia, raccontata con dovizia di particolari, anche tecnici, che la prima volta hanno ingannato pure me.

--------------------

Il Manoscritto Trovato in una Bottiglia

Il racconto narra l'incredibile avventura di un uomo che, imbarcatosi su una nave, viene sorpreso da una terribile tempesta che decimerà l'equipaggio.

Sarà proprio il memoriale che scriverà prima di finire nell'abisso a permettere al lettore di godere di questa storia. Poetico.

--------------------

Una discesa nel Maelström

Ci troviamo alla sommità del terribile vortice del Maelström, dove un vecchio pescatore racconta di come alcuni anni prima sia riuscito a sopravvivere ad una violenta tempesta che lo ha trascinato proprio al suo interno.

Racconto basato esclusivamente sulla descrizione degli eventi meteomarini che, grazie alla scrittura dettagliata e affascinante di Poe, ci catapultano direttamente all'interno del vortice, da cui non ne usciamo invecchiati come il pescatore narrante, ma da cui ci terremmo sicuramente lontani nel qual caso ci venissimo a trovare nelle sue vicinanze.

--------------------

Sei tu l'assassino

Il migliore amico del protagonista della storia, un giorno esce col suo cavallo senza far più ritorno. Col passare del tempo, viste anche le prove ritrovate, l'ipotesi dell'omicidio comincia a farsi strada, e il suo parente più prossimo diviene il principale sospettato. Ma qualcosa non quadra.

Bel tentativo, direbbe Piccinini...ma NON VA. Racconto molto gradevole, che inserisce elementi tipici del giallo e che trova compimento nell'eccellente finale.

--------------------

Il Delitto Della Rue Morgue

Due amici si imbattono un giorno nella presentazione di un efferato delitto, per il quale non sembrano esserci prove. L'eccezionale arguzia di uno dei due servirà per far luce sul mistero.

Uno dei racconti più lunghi, nonché quello che mi è sempre rimasto più impresso. Intrigante e sanguinosa la presentazione della scena del crimine, un vero mistero da sciogliere. Fenomenale la disamina di Dupin, spiegata nei minimi dettagli, tanto da farti quasi pensare quanto sei stato pirla a non arrivarci.

Strepitoso.

--------------------

Il Mistero Di Marie Roget

Una giovane ragazza scompare misteriosamente e, al ritrovamento del cadavere, inizieranno le indagini. Ma quando queste cominceranno a non portare risultati, viene chiamato in causa nuovamente Dupin, che si divertirà a smontare tutte le prove e le deduzioni fin lì raccolte e formulate.

Qui Poe prende spunto da un caso realmente accaduto per costruirci sopra il suo, con una similitudine di nomi e fatti che per un attimo all'epoca fece quasi pensare ad un coinvolgimento dello scrittore nel delitto. Troviamo un'altra incredibile indagine di Dupin, qui ancora più particolareggiata rispetto al Il Delitto della Rue Morgue, tanto che a volte si tende a perdere un po' il filo del discorso.

--------------------

La Lettera Rubata

Questa volta l'arguto Dupin viene chiamato in causa per recuperare una lettera rubata da un ministro ad una nobildonna famosa. Una lettera che avrebbe potuto mettere in serio imbarazzo la signora, se ne venisse divulgato il contenuto.

Ancora una volta vien fuori la vena poliziesca di Poe che, attraverso le teorie di Dupin, ci mostra come a volte la semplicità è la chiave di lettura migliore per sbrogliare la matassa.

--------------------

Lo Scarabeo D'oro

Il ritrovamento di uno strano esemplare di scarabeo è solo l'inizio di una serie di scoperte che porterà un uomo, insieme al suo fido servitore e ad un amico, ad imbattersi in una gigantesca fortuna.

Un sapiente mix di storie di pirati e tesori nascosti, inframezzati dal tentativo di risolvere uno dei primi casi di aneddoto cifrato, gioco assai comune nei normali cruciverba. Divertenti le esternazioni del bistrattato "negro" Jupiter e molto bello il finale.

--------------------

E niente, non aggiungo altro, se non la mia ricorrente raccomandazione di recuperare ciò che uscito dalla penna di quest’uomo perché, fidatevi, ne vale davvero la pena.

Qui i libri

Buona lettura,


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento