-->

Pom Poko


Regia: Isao Takahata

Pom Poko è un film d'animazione giapponese prodotto dallo Studio Ghibli e diretto da Isao Takahata. Ha vinto numerosi premi, tra cui quello come miglior film alla 49° edizione del Mainichi Film Concours, miglior lungometraggio al Festival internazionale del film d'animazione di Annecy ed un premio speciale al Japan Academy Awards.

SINOSSI 

Pom Poko racconta la storia dei Tanuki, degli animaletti che vivono nella colline di Tama. Sono degli animaletti che amano giocare, e sono altamente organizzati. Così come gli umani, hanno delle vere e proprie gerarchie di comando dove i più grandi insegnano ai più piccoli alcune arti, come quella del trasformismo con cui un Tanuki è in grado di trasformarsi in qualsiasi cosa o persona.

Presto però entreranno in conflitto con l'uomo, perché quest'ultimo, vorrebbe continuare a costruire pure su quelle colline fregandosene del problema del disboscamento. Tra l'uomo e i Tanuki è guerra aperta, e tra i Tanuki si formeranno due diverse fazioni, quella dei diplomatici disposti a trovare una soluzione pacifica e quelli che invece vorrebbero sterminare la razza umana…

  

ANALISI DEL CARLINO

Dopo Miyazaki, anche Takahata si avvia verso un racconto all'insegna del rispetto per la natura. Salvaguardare l'ambiente che ci circonda dev'essere un diritto e un dovere fondamentale, ma come sappiamo purtroppo, non è mai stato così.

L'uomo ovunque va, distrugge e costruisce, perché nella sua testa il concetto di comfort è in continua evoluzione. Così facendo però distrugge habitat naturali costringendo gli animali a fuggire e ad ambientarsi altrove. I Tanuki si ergono a protettori della loro patria, dei guerrieri disposti a tutto pur di porre fine a questi crimini.

Il film è raccontato dal punto di vista di questi simpatici animaletti, ci mostrano come vivono, cosa mangiano e come si allenano.

Al limite tra documentario e autobiografia, Pom Poko è più simile ad una favola in realtà, che però, manca del classico lieto fine che tutti si aspettano…In un racconto del genere non esistono vincitori, ma c'è sempre chi perde qualcosa. L'uomo perde la sua umanità, gli animali la loro casa.

Rispetto è una parola sottovalutata, perché in realtà l'uomo agendo così, non perde solo il rispetto verso la natura, ma anche verso se stesso. Da sempre anziché cercare un compromesso per poter vivere in armonia con la natura, decidiamo di ergerci a esseri superiori a cui tutto è dovuto.


Ma senza la natura noi chi siamo? C'è davvero bisogno di continuare a tagliare alberi per costruire case? C'è davvero bisogno di massacrare animali, indurli quasi all'estinzione?

Non ha importanza chi è venuto prima, il diritto alla vita dovrebbe essere uguale per tutti, ma ahimè, come spesso anche Miyazaki ci ha fatto notare, questo non accade quasi mai.

Pom Poko attraverso un racconto leggero e a tratti simpatico ci mostra con delicatezza l'importanza di un ambiente protetto per questi animaletti. La società odierna diviene sempre più consumista e materialista, mentre il regno animale è destinato a scomparire…

Pom Poko è un film adatto a tutti, anche ai più piccini, che si innamoreranno di questi simpatici animaletti e attraverso i loro occhi impareranno il rispetto, e forse cresceranno e diventeranno delle persone migliori, quello che noi non siano stati in grado di essere.

Buona visione,



Trailer

Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento