-->

Io Non Ricordo - Annegare - Vanità Soldi Fango


Autore: Alessio Castiglione

TRAMA

IO NON RICORDO

Due viaggi, due ragazzi e un unico incontro. Vite distinte, strade parallele, diverse come il mare e la terra, ma che si ritrovano nello stesso confine.

Alessandro e Kamal dovranno, senza saperlo, conoscersi e basterà uno sguardo per raccontare quella che si può ritenere la passione dei nostri tempi, che attanaglia generazioni e popolazioni lontane che in mobilità cercano un proprio posto nel mondo, partendo da una terra per arrivare in un'altra: la nostra.

Tratto da una domanda e una risposta vera, Alessandro e Kamal diventano i simboli di due culture differenti che si incontrano per far capire cosa può rimanere di un viaggio come quello della speranza.


ANNEGARE

Costanza aveva diciotto anni appena compiuti quando andò via di casa, quando credeva di potersi liberare dal dolore di sua madre, dalla mancanza del padre, dall'amore. A Costanza piace il mare, sempre, non solo d'estate, e le piace volare sopra i problemi.

Le piace Francesco e le piace Erika. Fare sesso. Le piace la vita, viverla, libera, e non pensare a niente, non alla morte, non a Dio, né alla scuola, ai doveri, alle malattie.

Ma tutto le crolla addosso quando di colpo viene schiacciata dal dubbio di essere stata contagiata dall'HIV.

I dieci giorni di spasmodica attesa del risultato del test stravolgono tutto. La trasformano ora in vittima, ora in carnefice, in un crescendo che raggiunge una definita, consapevole disperazione, che sarà però anche occasione per tornare sui suoi passi, affrontare sospesi e scoprire che alcune certezze non esistono più.

Alessio Castiglione riprende qui temi psicosociologici a lui cari e che lo interessano anche professionalmente: la famiglia disfunzionale, le crisi evolutive, la gioventù a rischio. Sceglie il sempre attuale problema del contagio dell'HIV, offuscato da stereotipi errati e da argomenti che si ha paura di affrontare.

La trasmissione del virus, non esclusiva del target omosessuale, l'angoscia dell'incertezza, il sentirsi, erroneamente, condannati e incurabili. Costanza si sente costantemente annegare, in parte lo desidera, per continuare a eludere i nodi emotivi, in parte lo teme, perché desidera fortemente continuare ad amare e a vivere.


VANITÀ SOLDI FANGO

Dario è bellissimo. Giovanissimo, fisico atletico, occhi verdi. Ammirato, desiderato.

Ma è anche povero, non si sente a suo agio in famiglia, neppure col fratello più piccolo che gli vuole invece bene e lo prende a modello. E allora ci vuole un attimo a lasciarsi andare, a ritrovarsi in un vicolo buio in attesa del prossimo cliente; un barbone a smistare le auto e a mettere in coda chi attende il proprio turno.

Senza coinvolgimenti emotivi, solo per soldi, consapevole di essere il sogno di tutti. Ma è facile confondere il sesso con l’amore e l’amore malato può trasformarsi in ossessione.

Vanità soldi fango è un romanzo breve scritto di notte e riletto per strada. È la storia di un disagio, che mette come centro la periferia, e come periferia il mondo. Si legge con la fluidità di poco inchiostro lasciato colare giù, verso il fondo. Leggendolo si deve stare attenti alle pagine, perché rischiano di ferire le dita e la morale. Protagonista è la classe più bassa della società, che si scava il fosso e si nasconde di notte.

Dario in questo buio scenario è solo una comparsa, sarà lui a di-mostrare la vanità che si trasforma in adulterio e i soldi che diventano fango; così: quasi senza volerlo.

 

COMMENTO

IO NON RICORDO

Il primo di cui vi voglio parlare è Io Non Ricordo, un libro che racconta due storie parallele tra loro che poi si incontreranno.

Alessandro è un ragazzo che scrive della gente che lo circonda e che parte alla volta di Roma. Poi dall'altra parte abbiamo la storia di Kamal un ragazzo di colore che affronterà il viaggio della vita per raggiungere l'Italia.

La lettura è davvero scorrevole e volendo si può finire anche in un oretta, cosa che io non ho fatto per gustarmelo meglio, poiché è una storia davvero intensa e straziante.

Il libro ci fa avvicinare ad una realtà attuale e ho apprezzato molto il modo in cui l'autore si è approcciato a questa tematica.

Ve lo consiglio? Si, è una lettura davvero intensa.

Qui il libro

ANNEGARE

Questo è il secondo libro di questo autore che ho letto e di sicuro è anche il mio preferito.

La storia parla di una ragazza, Costanza, che ha paura di avere l'HIV e insieme a lei il lettore affronterà i 10 giorni prima dell'esito finale.

Mi è piaciuto tanto come l'autore riesca a fare entrare lettore in simbiosi con Costanza e le sue emozioni. Quando si legge ciò che prova lei e come se lo si provasse in prima persona.

Questo libro ha un ritmo incalzante ed è davvero molto scorrevole. L'ho letto in pochissimo tempo perché oltre ad un numero di pagine ridotto c'è una buona dose di suspense che ti spinge ad andare avanti per vedere come andrà a finire. Beh che dire l'ho amato. Mi è piaciuta tanto la tematica affrontata poiché il modo in cui è stato fatto riesce a dare diversi spunti di riflessione.

Ve lo consiglio? Si è una bellissima lettura, ma soprattutto fa riflettere.

Qui il libro

VANITÀ SOLDI FANGO

Vanità Soldi Fango è stato il terzo e ultimo libro che ho letto di Alessio Castiglione.

Lo metterei al secondo posto dopo Annegare, che è stato quello che ho preferito.

Questo libro parla della storia di Dario che si ritrova a prostituirsi per le strade. Non ho apprezzato il fatto che non venga chiarito a fondo quale sia il vero e reale motivo per il quale lui si prostituisce, o meglio si può intendere perché l'autore lo lascia intendere, però avrei voluto che fosse stato più marcato.

Non mi ha convinta neanche il finale della storia poiché è molto aperto e avrei voluto un finale un po' più chiuso che lasciasse appunto capire che fine avesse fatto Dario e come sia cambiata la sua vita dopo tutto quello che è successo.

Comunque il libro è molto scorrevole e si legge in pochissimo visto che non sono neanche 50 pagine. I termini usati sono semplici e l'autore nonostante la sua giovane età usa un registro linguistico molto alto. Mi piace il modo in cui scrive solo che alcune situazioni vengono descritte con superiorità,il che mi infastidisce.

Nonostante tutto trovo anche questa un'ottima lettura per questo gli ho dato 8 stelle.

Ve lo consiglio? Si è molto bello!

Qui il libro

Giudizio complessivo: Io non ricordo: 8-, Annegare: 9, Vanità soldi fango: 8

Grazie per aver letto fin qui,


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento