-->

Il Giorno Sbagliato



Regia: Derrick Borte

Russell Crowe torna sul grande schermo interpretando la parte di un uomo disturbato e violento. A pezzi dopo il divorzio con la moglie, in lui scatta qualcosa quando una madre di fretta gli suona il clacson al semaforo in maniera tutt'altro che garbata. Questo scatena in lui una furia omicida che lo porta a perseguitarla e a colpire le persone a lei care per farle aprire gli occhi sui suoi comportamenti. 

Insomma poco permaloso il nostro Russell.

Ma sono io o sento puzza di vaccata clamorosa? chiederete voi. Ebbene, non vi sbagliate.

I presupposti non sono buoni e il film ancora meno. Ma proviamo ad analizzare prima i (pochi) lati positivi. Il tema del nervosismo al volante è sensato. È innegabile che sia un problema della società di oggi e i livelli di stress sono effettivamente altissimi. Stress che poi spesso viene riversato e sfogato alla guida quando si diventa dei veri e propri pirati della strada talvolta. 

Il film mostra marginalmente anche quanto ci si distragga facilmente oggigiorno quando si è un macchina. Tra cellulare, chiacchiere, ritocchi agli occhi guardando lo specchietto...Insomma è una realtà che esiste, quindi la pellicola parte da un fondo di verità.


Inoltre il film è ben girato, le inquadrature sono fatte a dovere e le scene d'azione sono davvero niente male. Anche gli inseguimenti in macchina e gli incidenti sono girati in maniera ottima. Si vede peraltro che di effetti speciali c'è ben poco e saranno stati tutti stuntman. Però gli elementi positivi finiscono qui.

Perché a livello di trama il film non sta proprio in piedi. A parte la motivazione insulsa che porta Russel Crowe ad impazzire e a perseguitare una sconosciuta in maniera sistematica e organizzata (per di più assolutamente di punto in bianco, senza alcuna premeditazione).

Ma mille svolte e mille scene non hanno davvero senso. Non dico di più per non spoilerare, ma per intenderci accadono cose decisamente poco verosimili. Il difetto più grande probabilmente è che il film si prende tremendamente sul serio. Avessero provato a girarlo in chiave comica avrebbe pure funzionato. Perché alcune scene, pur non volendo, a me facevano ridere.

La recitazione è passabile, gli attori fanno il possibile con la sceneggiatura imbarazzante a loro disposizione. 

In conclusione, non ve lo sconsiglio categoricamente, perché comunque il film scorre (anche grazie a una durata veramente esigua della pellicola) e perché il cinema ha davvero bisogno di un po' di sostegno. Ma sappiate che è decisamente poca cosa e come thriller non funziona. Passabile come film splatter con tanta violenza gratuita, ma ha una trama che fa acqua da tutte le parti.

Giudizio complessivo: 5
Buona visione,


Trailer

Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento