-->

Il Necrofilo Carl Tanzler




Carl Tanzler, il medico necrofilo che cercò di far ritornare in vita la sua amata morta di tubercolosi. 

Chiamato anche Conte Carl Von Cosel, nacque nel 1877 a Dresda. 

Dopo gli studi, divenne radiologo presso il Marine Hospital di Zephyrhills (Florida). 

Lavorò fin da subito nel reparto tubercolotici dove in quegli anni la malattia uccideva migliaia di persone. 

Tanzler era di animo sensibile e, ogni volta che un suo paziente moriva, soffriva moltissimo. Egli non era psicologicamente stabile e spesso inventava delle cure vantandosi poi di aver ricevuto premi e onorificenze che misero in discussione la sua laurea in medicina. 

Nell’aprile del 1930 incontrò una donna, di cui si innamorò. Maria Elena Milagro “Helen” de Hoyos, una bellissima donna gravemente malata che decide di salvare a tutti i costi. 

Tanzler sottopose la donna a cure mai testate. Provo' con accozzaglie di erbe e terapie a raggi X. Nel 1931, dopo diversi sforzi, la ragazza morì.


Amore & Pazzia 

Carl, perdutamente innamorato, fece costruire un'apposita struttura per evitare che l’umidità potesse modificare le condizioni del corpo. Tutti i giorni si recava al cimitero e passava ore accanto al corpo della sua amata. 

Dopo la quotidiana visita, di nascosto, si recava nella tomba di Elena sottoponendo il cadavere a trattamenti di formaldeide. 

Nel 1933, rubo la salma e la sistemò a casa sua cercando in tutti i modi di bloccare la putrefazione del cadavere. Per legare le ossa che si rompevano man mano, utilizzò delle corde di pianoforte. 

Gli occhi decomposti, vennero sostituiti da occhi di vetro, la pelle venne rimpiazzata con una strana miscela di sua invenzione che comprendeva: seta imbevuta di cera e gesso. Sostituì al cuoio capelluto una parrucca e riempì il cadavere con degli strofinacci per cercare di mantenere la forma del corpo. Cercò in tutti i modi di "bloccare" l’immagine della sua amata, ma inevitabilmente ciò che ottenne, non era nient'altro che una specie di bambola in putrefazione. 

Qualche anno dopo, esattamente nove anni dopo, all'orecchio della sorella di Elena, arrivarono voci riguardo delle strane abitudini di Tanzler

Si precipitò immediatamente a casa sua, dove fece un inquietante scoperta. Trovò i pezzi del cadavere di Elena, ancora vestita nei suoi abiti. 

Tanzler fu arrestato immediatamente, ma i reati da lui commessi non gli vennero imputati poiché caduti in prescrizione. 

Quando portarono via i resti della povera donna, Carl non si rassegnò. Utilizzò la maschera funebre di Elena per costruire una bambola con le sue fattezze. Scrisse un libro sulla propria storia, passando gli ultimi anni mostrando il bambolotto ai curiosi. 

Morì nel 1952, fu trovato accasciato al suolo, anche se molti affermano che fu trovato tra le braccia della bambola di Elena Hoyos

Una fra le storie più agghiaccianti di necrofilia. Conoscevate questa storia?! 

Carl Tanzler era un uomo che amava follemente o un semplice medico "vittima" di folle pazzia? Ditemi la vostra. 

Happy Halloween 🎃



Qui sotto trovate un interessante video di Caitlin Doughty, autrice del libro 
Il Mio Gatto Mi Mangerà Gli Occhi?, che ci dice la sua in merito alla vicenda.

👇👇


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento