-->

Cyst: La Recensione del Film



Regia: Tyler Russel

Recensione


Che deliziosa boiata! 

Questo è stato il primo commento a caldo che mi è venuto al termine della visione di Cyst, film del 2020 diretto da Tyler Russell (presumibilmente al suo esordio) e presentato in occasione del Be Afraid Horror Fest di MYmovies

E dopo averci ragionato su a lungo, quale potrebbe essere il commento più ponderato??? Semplice, Che deliziosa boiata! 😁

La trama è piuttosto semplice ed invoglia la visione agli appassionati di un certo tipo di film. Un bizzarro dottore, specializzato in rimozione cisti, vuol sperimentare un curioso macchinario da lui inventato e, in attesa di ottenere il brevetto, decide di testarlo su uno dei suoi collaboratori. Ma qualcosa andrà storto durante il processo e in breve tempo una mostruosa cisti mutante inizierà a mietere vittime. 


Ecco ora ditemi voi, dopo una presentazione del genere, se un fan del trash disgustoso e a tratti demenziale non dovrebbe essere attratto da una situazione del genere, soprattutto quando viene costruita su basi discretamente solide che nel complesso non mostrano punti deboli evidenti.


La figura del Dottore, sulla quale è costruita gran parte della pellicola, è chiaramente un valore aggiunto, grazie ad un’ottima interpretazione di quel George Hardy visto nel pregiatissimo Troll 2, coadiuvato qui da una valida Eva Habermann e da quel Greg Sestero visto nell’altrettanto pregiatissimo The Room. La sua mimica facciale, le sue espressioni e quel pizzico di humour disconnesso ("Wow ce n'era più di quanto pensassi") lo fanno senz’altro ricordare tra i pregi di Cyst. Dopo aver visto poi il quadro appeso alla parete, in cui compare il suo bel faccione, con tanto di scritta “Acne? I’m your Guy” (per la cronaca il medico si chiama proprio Guy), mi sarei offerto pure io come cavia, sebbene al momento non sia dotato di cisti. 

Ma i pregi ad ogni modo non si esauriscono di certo qui. 

Le musiche sono apprezzabili e ben si mescolano con una serie di scene disgustose e allo stesso tempo divertenti che indirizzano la pellicola verso quel sano trash che tanto ci piace. Se infatti la prima cisti riesce ad apparire sufficientemente purulenta, con la seconda ci accorgiamo che in quell’ambulatorio non si scherza affatto. E se ne accorge pure la povera infermiera, quando quella deliziosa mistura liquida le investe puntualmente il volto. 


E poi vabbè, la mega cistona mutante è semplicemente fantastica, quasi simpatica con quell’occhio che sembra avercela col mondo intero, a testimonianza di un ottimo uso di effetti speciali artigianali in pure stile Slither o Society per intenderci, che contribuiscono a far assumere un carattere grottesco (ma assolutamente voluto) a tutta la baracca. 

Per il resto, si registra il solito abuso dei cliché del genere ed un finale che all’inizio mi stava lasciando con l’amaro in bocca ma che poi, proprio per non mancare l’ultimo fondamentale cliché, chiude alla perfezione un film piuttosto folle e nel complesso divertente. 

Consigliato ovviamente a chi mastica il genere. 

Giudizio complessivo: 7.5 
Enjoy, 


Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento