-->

La Prigione Invisibile


Autore: Paolo Praticò

"È come se dentro, l'essere umano, sapesse già quale sia la cosa giusta, il nostro cuore spesso sa già verso quale direzione muovere, ma è la mente che pone dubbi, mette in guardia, ricorda le ferite. È lì che ci blocchiamo, che cerchiamo scuse, che smettiamo di vivere”.

Questa è solo una delle tante frasi che ti inducono a riflettere.

In questo libro non c'è una storia, non ci sono personaggi. È un libro che racconta di quant'è complesso l'essere umano.

È un libro accessibile a tutti, il modo di scrivere è semplice.

Ogni capitolo si apre con diverse citazioni che preannunciano l'argomento che andrà a trattare. I capitoli sono brevi e i concetti sono ben evidenziati, inoltre ci sono anche delle illustrazioni bellissime e simpaticissime che rendono la lettura leggera e piacevole.

Le tematiche che tocca non sono leggere. La psicologia umana è complessa e alcuni argomenti potrebbero infastidirvi perché vi metteranno davanti alla verità, alla realtà nuda e cruda.

Non tutti vogliono ricevere la verità sbattuta in faccia come un secchio d'acqua gelata.

Ma ve lo consiglio perché è un libro che vi apre la mente, può aiutarvi a capire i modi di agire che ognuno di noi ha.

È un libro che vi sprona a pensare positivo, a superare gli ostacoli che la vita ci pone davanti.

Un libro che stimola a fare di più, ti invita a smettere di essere pigro e a smettere di autosabotare i progetti che ti sei posto.

Insomma miei cari readers c'è solo una parola per descrivere questo libro: motivazionale!

Penso che tutti abbiamo bisogno di qualcuno che ci spinga verso la direzione che il nostro cuore canta, ma che la nostra mente imprigiona in grovigli di dubbi, incertezze e insicurezze e ostacoli che sembrano insormontabili.

Ma come mi ha insegnato La Prigione Invisibile, volere è potere, siamo i limiti che ci poniamo e a volte ci imponiamo.

Buona lettura,




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento