La Q Di Qomplotto: La Recensione del Libro


Autore: Wu Ming 1

Wu Ming e ho ben poco da aggiungere. Chi mi conosce sa che Wu Ming, singoli o collettivo, sono le mie penne letterarie preferite. Questa volta ho tra le mani l’ultimo libro di Wu Ming 1, La Q di Qomplotto- QAnon e dintorni Come le fantasie di complotto difendono il sistema, un incrocio sublime tra saggio, romanzo, inchiesta e memoir.


La Q di Qomplotto è la storia della nascita e rinascita di QAnon, delle teorie di complotto odierne e passate e delle implicazioni sociali e storiche che hanno. È una storia moderna e una storia antica.

Il libro è diviso in due parti: la prima è quella più di inchiesta ma comunque sempre più vicina al romanzo, e una seconda parte che racconta, attraverso un sogno, la cronologia del complotto.

Il giovane gli aveva puntato contro un pistola e aveva sparato uno due tre quattro cinque sei colpi. Poi si era allontanato, lasciando Frankie in una pozza di sangue. L'uomo col pick-up non era un sicario. A New York non c'era una guerra di mafia dagli anni Ottanta. A far fuori Frankie era stato Anthony Comello, ventiquattro anni, muratore nell'azienda edile del padre, e quello era il primo omicidio targato QAnon

Quello che di questo libro mi ha fatta impazzire è stata la premessa letteraria; le storie ruotano attorno a due dei miei romanzi preferiti di sempre: Q di Luther Blissett e Il Pendolo di Foucault di Umberto Eco, che più di qualsiasi altro libro ruotano intorno a complotti e false notizie.


Wu Ming 1 fa un’analisi dettagliata ed estremamente lucida delle teorie di complotto soprattutto partendo da QAnon e alle sue implicazioni storiche, umane e tecnologiche. Sempre più importante è il ruolo dei social media, Facebook in primis, che all’inizio hanno alimentato le teorie QAnon mentre adesso, notizia di questi giorni, censurano gli articoli sulle iniziative legate al libro di Wu Ming 1. L’algoritmo non sa distinguere tra teorie di complotto e chi cerca d ragionare criticamente contro queste teorie.

La seconda parte del libro è quella che più mi è piaciuta di più: la storia di un sogno, un dialogo tra Wu Ming 1, Belbo e Diotallevi (chi ha letto Il Pendolo di Foucault sa!), la storia cronologiaca dei più grandi complotti della storia. Leggere La Q di Qomplotto è stato per me sbirciare dietro le quinte di due dei libri che più di tutti hanno segnato la mia formazione come lettrice, camminare in punta di piedi dentro le loro storie e vedere i retroscena soprattutto di Q e del progetto Luther Blissett.

La Q di Qomplotto è un libro che consiglio?Assolutamente sì senza nessun dubbio. È il libro perfetto per chi vuole un saggio che parli di QAnon e complotti e anche per chi non si trova a suo agio a leggere un saggio duro e puro. Racconta i fatti, racconta i controfatti e apre moltissimi spunti di riflessione. Il libro perfetto per tutti gli amanti dei Wu Ming.

Come sempre vi ricordo che i libri dei Wu Ming sono Copy-left e per questo li potete trovare in formato digitale gratuito sul loro sito.

Qui il libro

Buona lettura, 

Claudia



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento