-->

Penny Dreadful


Ideatore: John Logan

Oggi torniamo con una recensione di una serie tv già conclusa, quindi la analizziamo (come fatto con Black Sails) nella sua interezza, non stagione per stagione come faccio di solito. 

Allora, serie composta da tre stagioni e molto poco chiacchierata ma che, a mio parere merita parecchio. La storia a grandi linee segue le vicende dei personaggi della letteratura inglese orrorrifica (come Victor Frankenstein, Dr Jekyll, Dorian Gray, Van Helsing, il conte Dracula e altri ancora) e li fa interagire tra loro nella Londra cupa di fine '800. 

"Che cagata" penserete "Un mischione senza senso". E invece no. Perché la serie stupisce, appassiona e intrattiene alla grande. Per di più con un genere, quello horror, su cui è difficile fare un'intera serie tv senza scadere nell'estremamente banale (jumpscare a non finire e trama praticamente assente). 


Invece qui la qualità si tiene alta per tutte e tre le stagioni. Forse la terza è quella più deboluccia e fa calare un po' il voto complessivo. 

Le scene horror sono veramente inquietanti ed Eva Green spesso e volentieri ruba la scena a tutti col suo fascino e la sua bravura. 

Approfondimento dei personaggi meraviglioso e ti viene da empatizzare anche col più crudele e col più mostruoso di tutti. Proprio perché impari a conoscerli, vieni a conoscenza delle loro fragilità, paure, insicurezze. 

La serie ha qualche ingenuità nella trama e soprattutto nella terza stagione ha qualche passaggio poco chiaro e un po' forzato. Inoltre il finale di serie l'ho trovato un po' tirato via, come se si avesse fretta di concludere il tutto (e probabilmente è così perché credo l'abbiano chiusa quando in realtà gli sceneggiatori avevano in mente una quarta stagione, quindi si sono dovuti un po' arrangiare). 

Però, come detto, a mio parere merita decisamente una visione e se siete amanti del genere horror che va oltre i semplici mostri e i salti sulla poltrona, penso non rimarrete delusi.

Giudizio complessivo: 7.5
Buona visione,



Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento