La Macchina del Vento


Autore: Wu Ming 1

La Macchina Del Vento è l'ultimo romanzo solista di Wu Ming 1 (edito come sempre Einaudi) e anche questo titolo fa parte del nuovo filone narrativo del collettivo: storia reale contaminata con la fantascienza.

Mi sto rendendo conto che non è un libro semplice da descrivere e che tutto quello che dirò non sarà mai all'altezza di quelle pagine. Potrei riassumere il mio pensiero con una sola parola: LEGGETELO!

La Macchina Del Vento è ambientato a Ventotene nel periodo del confino fascista. 

L'isola ed il confino diventano pretesto di incontro tra diversi personaggi, reali e inventati. Comunisti, anarchici, giellisti, le migliori menti libere del paese, che in regime di confino sperimentano la più grande libertà di pensiero; che anche sotto il controllo delle camicie nere pensano al futuro dell'Italia, in un modo che fuori sarebbe impossibile. 

Giacomo, fisico romano, quando arriva sull'isola ha un segreto. Giacomo ha inventato la macchina del tempo ed un suo collega è riuscito a scappare con la sua macchina-prototipo.

Erminio, socialista ferrarese, arrestato prima di discutere la sua tesi in lettere classiche. Anche Erminio ha un segreto: vede i vecchi Dèi greci che cercano con tutte le loro forze di aiutare gli italiani in guerra.

La vera macchina del tempo è l'isola stessa di Ventotene, dove si vede chiaramente il futuro che al resto del mondo rimane oscuro; dove il regime di libertà ristretta in realtà apre le porte della mente e del pensiero. La Macchina Del Vento è un romanzo con molteplici chiavi di lettura e infiniti sottotesti, che meriterebbe di essere letto innumerevoli volte. È un romanzo estremamente poetico, politico, a tratti incredibilmente epico ed eroico. 

Apre anche uno sguardo su un periodo della storia, quello del confino, che non sempre è stato adeguatamente trattato.

Vi consiglio vivamente di leggerlo, per la sua trama, la scrittura e le idee e critiche più che mai attuali.

E poi voi lo sapevate che Poseidone era un fascista?

Buona lettura,



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento