-->

Sport: Atp 1000 di Parigi, Djokovic batte Federer e va in finale.

Novak Djokovic vince la seconda semifinale dell'atp
1000 di Parigi (Cemento indoor) al termine di uno straordinario match contro il numero 3 del mondo Roger Federer, con il punteggio di 7-6(6) 5-7 7-6(3) in 3h e 2 minuti.

Scrivere di questo match, per me, è un piacere dopo che sono stato deliziato da 3 ore di grandissimo tennis. Oggi sul centrale si sono scontrati due stili: da una parte Djokovic "The wall", l'uomo che non sbaglia mai e ribatte colpo su colpo spesso mandando fuori giri gli avversari grazie anche ad una mostruosa condizione fisica, dall'altra troviamo Roger Federer "la perfezione tennistica". Roger Federer, dal canto suo, ha il pregio di essere il miglior "colpitore" del circuito, capace di fare la differenza anche al servizio. Tuttavia le brutte condizioni fisiche dello svizzero potevano inficiare l'incontro nel caso si fosse prolungato al terzo set.

Il match, nel primo set, è stato esattamente come c'è lo aspettavamo: Nole fenomenale in difesa, Roger offensivo al massimo.
Nel primo game al servizio dello svizzero, Nole ha subito avuto una palla break, ma questa è stata annullata bene da Federer che immediatamente dopo chiude il game. Il set prosegue regolare fino all' 8° game, dove Federer si deve scontrare con "The wall" Djokovic. Roger Federer commette qualche errore di troppo, anche perché con questo Nole bisogna rischiare tantissimo per vincere il punto.
Lo svizzero, comunque, tiene il servizio e sale 4-4. Il match segue l'andamento dei servizi fino al tie-break: inizia a servire Nole e arriva immediatamente il minibreak a favore Federer.
Dopo il 2-0 facile al servizio, Federer viene tradito dal back e restituisce il minibreak.
Al cambio campo, però è Federer ad essere avanti per 4-2. Nel punto successivo Djokovic recupera 4-3 e si fa avanti per la prima volta nel tiebreak: 5-4.
Roger Federer è il primo ad ottenere un set point sul 6-5, ma al servizio di Djokovic. Lo scambio è gestito da Federer che però, a differenza del resto del set, decide di non forzare senza attaccare giocando palle scariche... Peccato che sia il primo a sbagliare.
Si cambia campo, Djokovic sale 7-6 con un gran servizio. Federer serve ma al terzo colpo sbaglia di diritto e regala il set a Djokovic.

Secondo set:
Federer si trova sotto di un set dopo 1 ora è 13 minuti di match e si trova a fronteggiare subito 2 palle break. Per fortuna annullate dal gran servizio di Federer.
Anche Nole nel game dopo, concede una palla break, ma pareggia il conto dei game sul 1 pari.
Il set scorre veloce grazie a grandi servizi dei giocatori, ma sul più bello ad un passo dal tiebreak Novak Djokovic, sul 5-6, incappa in un brutto game: sotto 15-40 non riesce ad annullare le palle break subendo un passante importante da parte di Federer.
Si va al terzo set.

Terzo set :
La partita, forse va inaspettatamente, al terzo set. Federer non dimostra alcun segno di cedimento fisico e Djokovic ha avuto 8 palle break non sfruttate che iniziano a pesare. Ne ha altre due Djokovic subito ad inizio terzo set, ma Federer si salva ancora.
Djokovic appare più giocabile, anche perché Federer ha preso grande fiducia e tira tutto senza più tanti pensieri, vista anche la bella tenuta fisica.
Anche questo set è dettato dai servizi fino a quando Roger Federer, sul 4-4, si trova nuovamente sotto 15-40, come nel primo game del set. Annulla con il servizio la prima palla break e con un servizio e diritto la seconda.
Alla 12esima palla break non sfruttata (40-40 il punteggio) Djokovic spacca la racchetta incassando il warning dell'arbitro più i fischi del pubblico. Djokovic sbaglia per i due colpi successivi e concede il 5-4 a Federer.
Questo match ha un solo giusto epilogo, il tiebreak:
Federer parte bene con l' 1-0, Djokovic risponde con il 2-1. Federer serve ma trova una grand opposizione di Djokovic che vince il punto e in più lo svizzero sbaglia sul punto successivo compromettendo di fatto il tiebreak... Djokovic infatti si trova 4-1 e servizio. Il serbo sale 6-1 e si procura 5 match point, Federer annulla i primi due sfruttando bene il servizio, ma nulla può sul 10° punto del tiebreak dove Djokovic chiude con il punteggio di 7-3 e si aggiudica questo grandissimo match in 3h e 2 minuti.

La statistica:
Djokovic vince il match non avendo sfruttato neanche una delle 12 palle break e quindi non avendo mai strappato il servizio a Federer.

Domani, Djokovic, sfiderà il numero uno russo Karen Khachanov in una finale che si preannuncia interessante.

Davide Poggi


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento