-->

Io Sono Beril Kart


Autore: Ilaria Galanti

"All'alba primordiale una nera ombra si stagliò, con il suo manto tutto coprì, e nei lumi da lei accesi tutto si creò".

Un fantasy ambientato per i primi capitoli a Milano, mentre per il resto della storia la protagonista è catapultata in mondi diversi nello spazio, andando da Iniebur a Luxorios e tanti altri pianeti.

Sotto questo punto di vista il fantasy mi è piaciuto molto. La creazione di un universo intero mi ha affascinato.

La protagonista è un miscuglio di emozioni; dentro di lei albergano due forze, una umana e una divina e questo la porterà ad essere a tratti impavida a tratti istintiva e a volte saggia.

Mi è piaciuta tantissimo l'amicizia che si instaura tra la protagonista e Daianace. Un legame solido basato sulla fiducia e la complicità. Il sostegno che Daianace da a Beril si rivelerà fondamentale per la sua missione.

Il libro non mi ha convinta del tutto per diversi motivi: l'innamoramento tra Beril e Sakar (il suo generale) avviene troppo velocemente, tutto si consuma del giro di pochissimi attimi e questo mi ha lasciato un po' con l'amaro in bocca. Non mi ha dato tempo di affezionarmi ai personaggi e alla loro storia.

Si evince inoltre come la scrittrice sia ancora acerba, con alcune ripetizioni nell'esprimere i concetti. Però sono fiduciosa e ci si può sempre migliorare. Infatti non vedo l'ora di leggere il suo prossimo libro!

Il finale di Io Sono Beril Kart è ricco di colpi di scena, avvenimenti inaspettati che ti lasciano con il fiato sospeso e gli occhi stupefatti! Quando ho letto l'ultima pagina ho pensato "E mo che succederà?" Ti lascia davvero con la curiosità di scoprire cosa accadrà nel prossimo volume! 

Un fantasy che consiglio, perché la storia merita. 

Buona lettura,




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento