-->

Eat


Regia: Jimmy Weber

RECENSIONE

Eat è un film del 2014 di Jimmy Weber

Cercando nel cinema indi si possono trovare delle belle sorprese; Eat è una di quelle. 

È un film che pone al centro della sua riflessione il corpo e la sua mutilazione. Un body horror che può essere considerato una via di mezzo tra Raw e Starry Eyes. Come nel primo parla di una donna in crisi che sfoga la propria frustrazione attraverso il cannibalismo (qui auto inferto) e, come il secondo, é ambientato nel contesto hollywoodiano del cinema (la protagonista è un attrice fallita, che trova soltanto fregature da quell'ambiente). 


Ma passiamo subito a parlare dell'aspetto tecnico: questo è un film luccicante, colorato, luminoso, decisamente glamour; infatti il regista esalta i colori, dei vestiti, dello spazio, creando un effetto patinato che ben rappresenta il mondo di Hollywood. 

Questa caratteristica entra in un contrasto, molto efficace, con le esplicite, brutali, impressionanti, e rivoltanti scene di auto cannibalismo che, come una scossa tellurica, colpiscono lo spettatore, demolendolo. 


Nulla è lasciato alla fantasia, queste scene, nonostante non siano molte, raggiungono il proprio obbiettivo, disturbando lo spettatore e trasmettendo lo stesso disagio da cui è colpita la tormentata protagonista (una bravissima e bellissima Meggie Maddok). 

Piu disturbante di Raw, con esso condivide la propria matrice Arthouse oriented, puntando su una regia molto ispirata, che gioca con i colori, la musica tamarra e le inquadrature ricercate. 

Più colorato e meno cupo di Starry Eyes, ne condivide la critica al mondo hollywoodiano e il tema del disfacimento del corpo (con sviluppi diversi). 

Piacevoli e ben inseriti sono anche i personaggi secondari, soprattutto la migliore amica della protagonista, che si rivela ben riuscita. 

Ne consiglio la visione, ma avvisandovi come al solito che se siete facilmente impressionabili, le scene di automutilazione presenti nel film potrebbero crearvi qualche problemino

Guardatelo quindi a vostro rischio e pericolo. Se invece amate il gore e talvolta non vi dispiacciono i film con una regia fantasiosa ed ispirata, che aspettate? Recuperatelo subito.

Giudizio complessivo: 8
Enjoy,



Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento