-->

Il Museo Dell'Innocenza


Autore: Orhan Pamuk


Lui ama LEI, ma L'ALTRA è la sua fidanzata ufficiale, la donna che dovrà sposare.
E mentre L'ALTRA è ricca, moderna, ondeggia tra champagne, party, nottate su grandi barche, LEI...è splendida, povera, additata per un vecchio concorso di bellezza e fa la commessa, lo completa, lo bacia, lo porterà alla follia.

Un amore che scarnifica, che prosciuga l'anima sino all'ultima goccia, così complesso da togliere il fiato, da non far morire la speranza dopo dieci anni di lunga attesa.

Un amore segreto, sofferto non ammesso da una Istanbul degli anni settanta dove ancora vengono accolti con estrema riluttanza discorsi occidentali sul femminismo, diritti delle donne e modernità sessuale.

Dieci anni di attesa, speranze, dettati da momenti di apatia, disperazione, ubriachezza. Lui voleva LEI. A tutti i costi.
E la cercherà, senza sosta tra quelle infinite strade. Ovunque il suo volto lo tormenterà. Nottate tra le acque del Bosforo sperando di diventarne un tutt'uno.

LEI... in tutti quegli sguardi, profumi, oggetti che non smetterà di collezionare dal primo all'ultimo giorno della loro esistenza.

E tra comunisti e nazionalisti che si fronteggiano con violenza, colpi di stato che porteranno ai coprifuoco... Lui non si fermerà.
La bacerà portando alle labbra quel righello che lei ha toccato, annusando fazzoletti, bottiglie, orecchini da LEI usati.
Si nutrirà di quella collezione di cui voi lettori sarete testimoni, passo dopo passo, oggetto dopo oggetto. Riposti lì, nel museo dell'innocenza per suggellare quell'amore infinito.

Un capolavoro.

La mia recensione è decisamente ridotta rispetto al mondo offerto in questa lettura dove viene minuziosamente descritta la bellezza di Istanbul, le sue complessità, le contrapposizioni con il mondo occidentale, la ricchezza e la povertà, il percorso storico di quegli anni, la magia del Bosforo e capitoli sull'antropologia.

E sappiate che il museo dell'innocenza... Esiste davvero.

Ps: tremo sempre quando parlo di letture così importanti!

Buona lettura,




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento