-->

Il Garzone Del Boia


Autore: Simone Censi 

TRAMA

Ambientato nell’Italia dell’Ottocento, Il Garzone Del Boia è la storia romanzata del più celebre esecutore di sentenze capitali dello Stato Pontificio, Giovanni Battista Bugatti detto Mastro Titta, raccontata dal suo aiutante, comprato per pochi soldi dalla famiglia di origine per farne il proprio garzone. 
Una visione assai diversa, a volte in contrasto con quella del proprio Maestro che vede il mestiere del boia come una vocazione, mentre per il buon garzone è solamente una scelta obbligata dalla quale fuggire alla prima occasione.

Gli eventi si susseguono tra le esecuzioni di assassini e le storie vissute dai protagonisti o raccontate dal popolino sotto la forca.

Il Maestro cresce il proprio aiutante iniziandolo anche alla lettura e alla scrittura, così che il romanzo presenta una doppia stesura.

Una prima, in corsivo, fatta dall’aiutante alle prime armi, con un linguaggio spesso forte e colorito e una seconda riscrittura, quando oramai avanti con l’età su consiglio del suo analista, riprende in mano questa storia per fuggire dai fantasmi che ancora lo perseguitano.


COMMENTO

La storia parla del garzone del boia che tra pezzi della sua vita e racconti di esecuzioni costruisce il libro.

Leggendo il racconto si nota che in base alla crescita del garzone esso diventa più curato nell'esprimersi.

Ii garzone era stato venduto al boia Mastro Titta poiché aveva una gamba più corta dell'altra e il Boia si rivedeva in lui come emarginato.

Si potrebbe pensare che la figura del boia sia una figura cattiva, mentre in realtà insegnerà il mestiere e come vivere la vita al garzone.

Il contesto storico di questo libro è l'Italia dell'800 e dal libro possiamo cogliere il modo in cui veniva amministrata la giustizia.

Fin da piccolo il garzone si farà domande sulla pena e la morte, mentre il boia con tranquillità svolgerà il suo lavoro. Difatti il Boia pensa e dice al garzone che anche se non fosse svolto da lui lo farebbe un altro.

La lettura non è molto scorrevole visti i termini dialettali, i passaggi tra la storia del garzone e i racconti dei morti.

Infatti ho preso un pò più di tempo per leggerlo visto che ho trovato il testo un pò difficile e che implicava maggiore attenzione durante la lettura.

Il libro e la storia in sè sono molto interessanti e nonostante la scrittura un pò più articolata appassionano il lettore.

Questo libro avventuroso e ricco di crimini dai moventi più disparati sarà una grande compagnia e un'ottima lettura per gli amanti dell'epoca.

Ve lo consiglio? Si se siete amanti del genere o incuriositi dal periodo storico.

Giudizio complessivo: 3½ \5
Buona lettura,


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento