-->

G.O.R.A


Regia: Ömer Faruk Sorak

Di parodie negli anni se ne sono viste davvero tante, ma i loro tempi d'oro sono più che passati, infatti si tendono a ricordare solo le parodie degli anni nei quali a girarle c'era quel genio di Mel Brooks.

Nell'ultimo decennio invece sono andate sempre più scemando e sono bruscamente peggiorate di qualità: si sono viste solo parodie stupide ed inutilmente volgari che hanno giustamente toppato al botteghino, a parte alcune poche eccezioni quali: Scary Movie 3 e 4.



E da una paese nel quale ormai la libertà di stampa è solo un miraggio, ovvero la Turchia, nel 2004 è spuntata fuori anche questa parodia fantascientifica dal titolo G.O.R.A che nel tempo ha assunto una del tutto rispettabile fama, tanto da meritare un seguito pochi anni dopo.

Proprio a causa delle brutte esperienze con le moderne parodie, ho sempre esitato a guardare questo film ma, visto il voto su IMDb, vista la sua popolarità e soprattutto il suo recente inserimento nel catalogo di Netflix Italia, non ho potuto rifiutare e ho dovuto vederlo.


E devo ammettere che la pellicola vale davvero la pena di essere vista almeno una volta

Ciò che la rende esilarante, originale e geniale sono i dialoghi scritti in maniera intelligente e consapevole e la sceneggiatura riesce a prendere in giro, in modo fresco e geniale, gli stereotipi e I luoghi comuni dei film di fantascienza e non che raramente sono stati trattati e derisi da altre parodie, risultando così anche a tratti innovativa.

Il film poi è aiutato parecchio dal protagonista, un personaggio credibile e diverte, interpretato ottimamente. 

Purtroppo ogni tanto il film si prede un pochino nello sviluppo della trama, a causa di alcuni momenti morti che inoltre rompono il ritmo del film e lo allungano inutilmente ma, dopo tutte le risate e i numerosissimi rimandi ad altri film famosi, si può perdonare.

Giudizio complessivo: 7
Buon divertimento,





Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: