-->

Thor: Ragnarok


Regia: Taika Waititi

Non mi era mai capitato di giudicare non proprio eccezionalmente un film della Marvel (essendone fan), ma per questa volta ho deciso di fare un’eccezione, perché questo Thor: Ragnarok, non è che mi abbia fatto particolarmente impazzire. 

Partiamo prima dalla robba positiva. Taika Waititi, persona che non è propriamente estranea alla Marvel (come per Lanterna Verde), è il nuovo regista di questo terzo capitolo della saga e, devo dire, che mi aspettavo molto di peggio, perché in fin dei conti la regia di costui non è affatto malaccio; le scene d’azione sono dirette molto bene, la storia, seppur semplice, soddisfa ed è pure carina, ma non aggiunge assolutamente niente al Marvel Cinematic Universe, gli interpreti se la sono cavata abbastanza bene, compreso Chris Hemsworth che veste ancora una volta i panni dello “Zio del Tuono” e che mi è sembrato molto in parte, considerato che è da almeno sei/sette anni che interpreta il personaggio.


Ritroviamo anche Anthony Hopkins ad interpretare Odino (sprecatissimo questa volta, ma il fatto è che Hopkins starebbe bene anche nel film più becero del mondo, perciò ci accontentiamo), il nostro amatissimo ed affezionatissimo Loki (o Tom Hiddleston) ed Idris Elba che è per la terza volta Heimdall; passiamo poi alle due new entry della pellicola, ovvero Jeff Goldblum che interpreta il Gran Maestro, personaggio sopra le righe, ma che devo dire funzionante…


...ed Hela, la Dea della Morte nonché villain, interpretata da Cate Blanchett, personaggio che mi è piaciuto abbastanza (ci sono cattivi peggiori, dai).


I vari effetti visivi che, all’infuori della CGI di Hulk che non mi fa particolarmente impazzire, sono spettacolari a dir poco e super colorati (e qui c’è l’influenza dei Guardiani Della Galassia che, per quanto sia figa, va un po' a stonare con quello che fino ad adesso è stato l’animo di Thor).


Ma la vera pecca di questa pellicola, è la troppa comicità contenuta al suo interno; capisco che è un film della Marvel, ma qui hanno un pelino esagerato. Nonostante ciò però, è un film che si lascia guardare tranquillamente, il cui unico scopo, a differenza di tutti gli altri film di questo universo condiviso, è quello di intrattenere lo spettatore senza particolari pretese.

Giudizio complessivo: 7
Buona Visione,





Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: