-->

Overlord


Regia: Julius Avery

RECENSIONE

Doveva essere il quarto capitolo del fortunato franchise fanta-horror di Cloverfield.
Poi non più.
Poi boh, io non mi fido e lo guardo aspettandomi un collegamento che poi non ci sarà e, nonostante faccia finta che non me ne interessi, un po’ ci rimango male.

E si, quello sopra ero e tutt’ora sono io. Una piccola parte di me. Quella a cui quasi nessuno dei “Cloverfield” è mai piaciuto più di tanto, ma che comunque attende con ansia un ennesimo sequel collegato alla saga, ma che alla fine non spiega un cazzo di niente sul suo universo espanso.

Andatemi a capire oh.

Fatto sta che, nonostante il mio piccolo dispiacere nel trovare che...beh, NO. 
Overlord (sul serio) non è collegato a Cloverfield (come se JJ Abrams non lo avesse mai detto).
NO, i nazisti e gli zombie quindi non c’azzeccano proprio un cazzo con gli alienoni e neanche con Paradox
E NO, non c’è manco un piccolo Easter egg alla saga.

Beh, oltre a questo dispiacere, penso... penso di essere abbastanza oggettivo nel dire che Overlord è un buon zombie movie d’intrattenimento, ma nulla di più.


In poche parole, Overlord soffre di problemi banali e facilmente aggirabili, che non permettono al film di distanziarsi dalla massa enorme di pellicole di questo genere.

Non basta più uno zombie nazista, nell’era in cui Dead Snow 2 è già diventato un cult per ogni amante dell’horror, a rendere l’opera di Avery in grado di innalzarsi sopra altri zombie movie.

Figuriamoci sopra l’intero genere!

E la cosa che delude di più, alla fine, non riguarda neanche il lato tecnico. Gli effetti speciali sono buoni, idem attori e la regia è ottima, e ci regala brevi ma interessanti scorci (le varie scene subito dopo l’atterraggio sopratutto). 


Ciò che delude realmente per Overlord è proprio questo essere ancorato troppo a canoni hollywoodiani da blockbuster, come l’estremo patriottismo e la suddivisione, qua davvero estenuante, tra bene e male.

Non credo di aver mai fatto una critica di questo genere ad un film horror, ma qua credo sia fin troppo presente da essere stucchevole.

In conclusione, credo di esserci andato giù un po’ troppo forte su questo nazi-zombie movie, ma non potevo fare altrimenti. Nonostante ciò, ho trovato di molto più d’intrattenimento questo, rispetto ad altri film di quest’anno, come The Strangers 2 e The Predator.

Quindi, la sufficienza piena, per me, la becca tutta. 

Enjoy,



Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento