Martyrs




Regia: Pascal Laugier



Dopo aver citato nella recensione di A L’Interieur il film Martyrs il commento è d’obbligo e il sentimento che rimane nei suoi confronti anche parecchio tempo dopo la visione (almeno nel mio caso) è una leggera delusione


Pur essendo infatti una storia decisamente interessante anche se a dir poco inquietante e pur non avendo riscontrato particolari difetti nella trama o nella realizzazione, alla fine ho avuto la sensazione che sia mancata quella marcia in più necessaria per rendere eccellente un film che a mio giudizio aveva tutte le potenzialità per esserlo.


Probabilmente qualche situazione un po' grottesca e poco credibile e il concetto dei martiri introdotto e concluso in maniera un po' troppo frettolosa, hanno avuto il loro ruolo all'interno della valutazione globale.


E poi, fatto per me non trascurabile, mi sono trovato più volte a sbirciare quanto mancasse alla fine... altro cattivo segno, soprattutto per questo genere.
Detto questo, occorre però sottolineare anche i pregi del film...ed effettivamente ce ne sono diversi.



Innanzitutto, il fatto che, a differenza di suoi simili, riesce a penetrare nell’animo dello spettatore in maniera decisamente superiore (questo per un po’ di tempo non ve lo dimenticate, garantito); si poteva inoltre rischiare di presentare una volgare esibizione di splatter ed invece non è stato così, sebbene vi siano alcune scene realizzate in maniera davvero convincente e realistica e piuttosto difficili da digerire.

Le due attrici principali poi se la sono cavata in maniera egregia ed il finale misterioso ritengo sia un buon punto di forza, impossibile da scordare in tempi brevi.

Un film buono che sarebbe anche potuto essere ottimo.



Giudizio complessivo: 7
Buona visione e alla prossima,

Luca Rait




Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :