L'Avversario


Autore: Emmanuel Carrère

"Un uomo che non ha fatto qualcosa di terribile, ma un uomo al quale è accaduto qualcosa di terribile".

Una misteriosa, strana, incredibile storia ci viene raccontata da Carrère.

La storia, realmente accaduta il 9 gennaio 1993, di Jean-Claude Romand.
Uomo che gode di ottima salute, medico-ricercatore all'OMS di Ginevra, incarico prestigioso e ben remunerato, abitante di una lussuosa periferia residenziale composta da funzionari internazionali. Per tutti un uomo colto, stimato, amabile, semplice e al quale amici e familiari affidano ingenti somme da investire nella banca Svizzera.

Cosa potrebbe mancare ad un uomo cosi? Non è una vita perfetta? Peccato che tutto ciò scritto sino ad ora qui sopra non sia vero...
Non è medico, non è registrato all'OMS, i viaggi di lavoro di cui parla si fermano in un hotel accanto all'aeroporto e i soldi affidati dagli amici non vengono investiti. 
Quando la porta di casa si chiude alle sue spalle trascorre ore ad errare senza meta, chiuso nel suo assurdo segreto.

Questa è la storia di un uomo che ha trascorso 18 anni fuori dalla vita, in un autocontrollo ossessivo, nella menzogna per timore di amareggiare e deludere le aspettative altrui, nascondendo tristezze ed angosce.

Ogni mossa perfettamente studiata, una pedina umana sulla scacchiera della vita pronta a fuggire quando gli avversari stanno per raggiungerlo, ma quando il cerchio si stringerà e le mosse a disposizione saranno terminate ecco la tragedia: l'intera famiglia sarà sterminata, tutte le persone amate di cui non avrebbe potuto reggere lo sguardo.

Condannato all'ergastolo dovrà comprendere la verità su se stesso, capire chi è in realtà... Il passo più importante sulla scacchiera. 

Da leggere assolutamente!
Buona lettura,




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento