-->

Ma Tu Sei Felice?


Autore: Federico Baccomo

TRAMA 

Tutto comincia con una domanda: Ma tu sei felice? È l'inizio di un dialogo all'apparenza ordinario, quello tra Vincenzo e Saverio, due amici seduti al tavolino di un bar per il classico aperitivo.

Vincenzo ha un problema che riguarda suo figlio: un incidente con un compagno di classe, una maestra indelicata, un colloquio imbarazzante. Saverio ha un dilemma più immediato: la sua dieta iperproteica funzionerà davvero? 

Entrambi sono presi dall'epica di una quotidianità le cui tappe obbligate prevedono di prendersi cura della famiglia, sopravvivere al lavoro, arrivare a fine mese, oltre naturalmente a mentire, tradire, imbrogliare. Vincenzo e Saverio, insomma, sono tutti noi

Nel botta e risposta trascinante che questo romanzo mette in scena, ci appassioniamo ai colpi di teatro delle loro vite, e nelle loro vicissitudini di umanissimi antieroi riconosciamo le nostre. Ma le cose, nella letteratura come nella realtà, non sono mai come sembrano. Federico Baccomo si diverte a ribaltare i luoghi comuni e a giocare con le nostre aspettative di lettori, in un romanzo diverso da ogni altro. 

Un dialogo perturbante, comico, insensato, commovente: come la vita. Una moderna, irresistibile commedia dell'assurdo. 



COMMENTO

"Ma tu sei felice?"

Una domanda che nella sua semplicità non porta con se una risposta facile da dare. 

Ed è con questa domanda che inizia il dialogo tra Saverio e Vincenzo

Ci troviamo davanti ad un romanzo a due voci quindi molto semplice da seguire e veloce da leggere

Il romanzo mi aveva già rapita con la trama che faceva già trasparire che sotto ci fosse qualcosa di nuovo. Difatti è proprio così, il romanzo nonostante sia ambientato tutto nello stesso luogo non è pesante. L'autore tramite le parole di Vincenzo e Saverio è in grado di trasportare chi legge in diverse situazioni che hanno sempre una nota comica

La bravura dell'autore si nota anche nel modo in cui è stato strutturato il dialogo, riesce sempre a passare da un discorso all'altro con facilità e a non annoiare mai

Inoltre trovo questa lettura molto piacevole poiché la simpatia, la comicità e la complicità dei due personaggi fanno sentire il lettore come se fosse seduto al tavolino a chiacchierare con loro

Lo scambio di battute per tutto il romanzo è comico e le vicende, non sempre felici, sono raccontate con una nota di ilarità. 

I nostri personaggi sono due grandi amici che si ritrovano a fare un aperitivo e partendo dal problema di Vincenzo inizieranno a tirare fuori ogni genere di discorso. 

Loro sono un po' lo stereotipo dell'uomo che imbroglia e tradisce, ma in questo genere di contesto non risulta pesante anzi rende la lettura ancora più divertente

Mi è piaciuto davvero molto il finale davvero inaspettato,  che ha stravolto la storia e rivelato la verità di questo dialogo. 

Ve lo consiglio? Si sopratutto perché è diverso e divertente. 

E poi durante l'estate le letture leggere sono le migliori! 

Giudizio complessivo: 7
Buona lettura,


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento