-->

Peaky Blinders


Regia: Steven Knight

RECENSIONE

‘’You don’t fuck with the Peaky Blinders’’

I Peaky Blinders: dei gangster feroci e implacabili, che accecano coloro che vedono e tagliano la lingua a coloro che parlano.’’ 

Quante volte capita di guardare lo schermo con il logo di Netflix per ore ed ore, senza sapere che cosa guardare?

Amanti del binge-watching, oggi vi consiglierò Peaky Blinders, una serie britannica firmata BBC e disponibile su Netflix con le sue quattro stagioni da 6 episodi ciascuna. 

Ci troviamo a Birmingham, nell'Inghilterra degli anni ’20, la prima guerra mondiale è appena conclusa. Protagonista della nostra storia è la famiglia Shelby, i cui membri fanno parte dei Peaky Blinders, una gang di criminali che prende il nome dall'usanza di nascondere una lama di rasoio nel risvolto dei cappelli, in modo da poterla utilizzare come arma. 

Il leader della banda è l'ambizioso boss Thomas Shelby (Cillian Murphy), un ex soldato tornato dalla guerra e devastato dagli incubi.

Dopo aver preso possesso di un carico di armi da una fabbrica locale, la scalata sociale di Tommy e il resto dei Peaky Blinders sarà messa a dura prova dall’arrivo di Chester Campbell (Sam Neill), un poliziotto inviato a Birmingham da Winston Churchill con l'intento di ripulire la città da comunisti, membri dell'IRA e mafiosi; e da una donna, Grace Burgess, il cui passato sarà un mistero da svelare per il nostro protagonista.

Ciò che colpisce fin da subito è la cura dei minimi dettagli: i dialoghi, la fotografia, le ambientazioni, le scene d’azione, la colonna sonora, che rendono la visione di questa serie un piacere.

Peaky Blinders gioca con i suoi spettatori, concentrandosi sull’eterna lotta tra bene e male e, più in generale, sul concetto di morale, che nasconde e presenta più sfumature e non si limita alla semplice opposizione tra giusto e sbagliato, tra bianco e nero, ma va oltre, indagando la psiche dei personaggi, il perché delle loro azioni ed il loro fine. 

Non vi è più la scissione tra buoni e cattivi; coloro che dovrebbero lottare per la giustizia, agiscono in realtà per interessi personali, spinti da ragioni che vanno oltre il bene comune.

In un contesto del genere, dunque, perfino un uomo come Thomas Shelby, ladro ed assassino, può ergersi come simbolo dell’onore e della speranza di un futuro diverso.

La quinta stagione di Peaky Blinders uscirà questo autunno, quindi, se ancora non l’avete visto, avete tempo per recuperarla!

By the order of the Peaky Blinders!

Buona visione,



Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento