-->

1917


Regia: Sam Mendes

RECENSIONE

Candidato agli Oscar con 10 nomination, vincitore dei Golden Globes come miglior film drammatico. Diretto da Sam Mendes, il film ha come protagonisti George Mackay e Dean-Charles Chapman; attori poco conosciuti che hanno interpretato in modo grandioso i protagonisti sfruttando il massimo del loro potenziale.

1917 è un film ambientato nella Prima Guerra Mondiale, ci racconta in maniera cruenta la storia di due soldati britannici: William Schofield e Tom Blake, a cui viene affidata la missione di attraversare il campo nemico, per avvisare il battaglione alleato (tra cui c'è anche il fratello di Tom) di non ordinare l'attacco, perché è una trappola dei tedeschi. 


La storia è molto semplice ma il tutto è raccontato in maniera eccellente. La regia è maestosa. E la fotografia è a dir poco perfetta. Sam Mendes è un'artista. Merita l'Oscar.  Il regista è riuscito a trasmettere la difficoltà che i soldati, durante la guerra, dovevano affrontare nel rimanere nascosti nel fango con la paura continua dell'attacco nemico.

Una delle peculiarità del film è la capacità di far entrare lo spettatore nell'ottica dei protagonista. Quando si guarda il film sembra di essere in guerra con loro, si ha la pelle d'oca, quasi si suda per la tensione di vincere la sfida contro il tempo, si prova psicologicamente e fisicamente la tristezza della solitudine. La solitudine è un sentimento protagonista del film, che ci fa vivere momenti molto strazianti. 


Gli argomenti che vengono descritti in modo impeccabile, che lacerano l'animo dello spettatore, sono due: la mancanza di collettività, poiché nessuno crede nel prossimo, ognuno agisce con l'obiettivo di non morire; e l'indifferenza per le morti dei soldati, per raggiungere un unico scopo: vincere la guerra, ciò ci fa molto riflettere. Non esiste la sensibilità. Non esiste l'aiuto al prossimo. 

L'unica pecca è il finale un po' troppo frettoloso. Dall'inizio è presente uno scopo da raggiungere. Tutta la storia ruota intorno all'obiettivo, piena di momenti di tensione e profonda drammaticità. Però quando si arriva al momento di maggiore tensione, tutto si consuma un po' troppo velocemente. Credo realmente che questo sia l'unico difetto del film.

Ho trovato incredibile tutto. 
Ovviamente da vedere!

Buona visione,




Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento