-->

Black Panther


Regia: Ryan Coogler

Black Panther è il nuovo film del Marvel Cinematic Universe, diretto da Ryan Coogler, già regista dell’ottimo Creed – Nato Per Combattere.

Questo Black Panther, non è secondo me il miglior cinecomic di sempre e nemmeno il miglior film del MCU, ma è comunque un bellissimo film ed è probabilmente il più innovativo tra i film di supereroi.



La regia di Coogler, ricorda molto quella di un video musicale, cosa che mi è piaciuta molto. Come già in Creed, anche qui, le scene d’azione sono adrenaliniche ed eccitanti. I combattimenti sono coreografati molto bene e non sono mai ripetitivi e scontati (il combattimento tra Killmonger e T’Challa sulla cascata è forse tra i migliori combattimenti di sempre). Gli inseguimenti in macchina nella prima parte sono talmente belli che farebbero invidia ad un film di Fast & Furious.

La storia è piuttosto semplice ma non risulta mai banale, la sceneggiatura è scritta bene, ma la cosa che secondo me funziona di più sono le caratterizzazioni dei personaggi e i loro rapporti. Tutti i personaggi sono caratterizzati alla perfezione anche se in maniera più superficiale per i comprimari, non fanno mai cose stupide e riesci ad empatizzare perfettamente con tutti loro 

Nel cast troviamo Chadwic Boseman, già visto in Capitan America: Civil War (che secondo me è il miglior cinecomic del MCU) che è stato molto bravo, Letitia Wright che interpreta la sorella di T’Challa mi è piaciuta molto, il suo personaggio è molto simpatico e se Tony Stark vedesse le sue tecnologie impallidirebbe. La chimica tra i due funziona molto bene. Lupita Nyong’o che da il volto a Nakia, la “fidanzata” di T’Challa, è stata molto brava, il suo personaggio è molto azzeccato così come quello di Okoye che personalmente ho adorato, insieme a tutte le altre Dora Milaje. Non mi aspettavo invece che dessero così tanto spazio a Martin Freeman, tutte le volte che era presente sullo schermo, era un piacere. Bravi anche Angela Bassett e Forest Whitaker che hanno un ruolo minore. 

Non mi è piaciuto invece il personaggio interpretato da Daniel Kaluuya, o meglio, inizialmente sembrava potesse avere uno sviluppo interessante che alla fine non ha avuto, il suo “percorso” si conclude troppo rapidamente e troppo frettolosamente. 

Adesso invece parliamo dei due cattivi che sono tra le cose più riuscite del film.


Michael B. Jordan, che si voleva riscattare definitivamente dall’orrendo Fantastic 4, qui interpreta Erik Killmonger, il suo personaggio rientra sicuramente nella Top 3 dei villain del MCU. Killmonger ha delle motivazioni quasi valide per ciò che fa e non è il semplice cattivo che vuole conquistare per l’ennesima volta il mondo e l’intero universo. La sua importanza durante la pellicola aumenta di minuto in minuto, in alcuni momenti mi sono ritrovato a tifare per lui anche se poi con le cose fa e che dice capisci immediatamente che lui è proprio il Cattivo.

Diversamente da Killmonger, Ulysses Klaw, non ha la minima profondità ma nonostante ciò lui mi è piaciuto di più del cattivo principale, è interpretato da Andy Serkis che si meriterebbe secondo me un Oscar alla carriera tanto è bravo. Qui è stato eccezionale, non saprei proprio come altro descriverlo, è riuscito ad interpretarlo perfettamente. Nell’interrogatorio, sembra un misto tra un donna con il ciclo e un maniaco. Non mi piace però come hanno utilizzato il personaggio, ci sono rimasto veramente male.


La colonna sonora, curata da Ludwig Göransson, è favolosa, le canzoni di Kendrick Lamar come ALL THE STARS o PRAY FOR ME sono splendide e nelle scene d’azione, funzionano benissimo. Devo perciò dire che la colonna sonora di Black Panther è la migliore tutto il Marvel Cinematic Universe. 


Le scenografie sono molto suggestive e interessanti (il Wakanda è stupendo), anche se alcune sono digitalizzate non proprio benissimo, i costumi sono bellissimi e si vocifera già di una possibile nomination agli Oscar del prossimo anno. 

Il punto dolente del film sono invece gli effetti speciali, soprattutto quelli nella seconda parte. Nel primo tempo e anche già nella scena d’apertura, gli effetti visivi sono splendidi e molto innovativi, mentre nel secondo tempo si perdono molto. Nel combattimento finale (senza fare spoiler) ci sono dei rinoceronti in CGI che sono fintissimi, diciamo che in generale sul finale hanno utilizzato troppa CGI e pochi effetti pratici che sarebbero risultati più realistici. 

Altra cosa che non ho apprezzato del film sono state le battutine in stile Disney ed è veramente la prima volta che dico una cosa del genere perché personalmente mi piacciono. Molti dicevano che Black Panther fosse un film molto serio in stile Winter Soldier e infatti diciamo che è un film piuttosto serio però quelle poche battute che ci sono, risultano fastidiose. 

Come sempre il cameo di Stan Lee è molto bello e anche le due scene dopo i titoli di coda, specialmente la seconda che non mi aspettavo e che mi ha fatto impazzire. 


Infine vi ricordo che questo è l’ultimo film che ci separa dal grande evento che tutti aspettiamo con un hype infinito, Avengers: Infinty War.



Giudizio complessivo: 8,7 
Enjoy, 






Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: