-->

Alice: I Giorni Della Droga


Autore: Beatrice Sparks


TRAMA

Alice è una quindicenne che appartiene al ceto medio. Sta a dieta e ha una vita amorosa normale. Ottiene buoni voti a scuola e pensa che un giorno le piacerebbe sposarsi. Quando, durante un party, Alice fa un “viaggio” con la droga, la sua vita cambia radicalmente. 

I genitori non sanno cosa le stia accadendo, non capiscono e pensano che Alice, precipitata in una serie di esperienze seducenti ma disgregatrici, sia “legata alla gente sbagliata”. La differenza tra Alice e molti altri giovani che si drogano sta nel fatto che Alice teneva un diario

Questo diario, in realtà anonimo, si presenta ora come un documento esemplare – sottolinea lo psichiatra Max Beluffi nella prefazione – per chi voglia cogliere “i fattori storici e culturali che hanno facilitato questo particolare stile di evasione collettiva dalla realtà”.



COSA NE PENSO?

Questo libro, anche se non molto recente, parla di una realtà che ancora oggi esiste e rovina vite.

Questo è un libro che parla di una storia vera, ma non preoccupatevi se non vi piace questo genere di libri (non inventati), anche per me è così, solo che questo non è noioso anzi è piuttosto interessante.

Leggendo si entra nel mondo di questa ragazzina che come ogni adolescente per un motivo o per un altro non è soddisfatta.

Però poi la sua vita cambierà ed entrerà nel circolo vizioso della droga.

Il libro è il diario di questa ragazzina e quindi noi leggiamo i suoi pensieri, quello che vive e le sue sensazioni.

I termini usati sono semplici, la lettura è scorrevole e non è molto lungo.

Comunque vi avviso che alcuni passi sono un po' pesanti.

Mi hanno colpito i vari cambi di comportamento e d'umore di Alice, è scioccante cosa possa provocare la droga.

Alice è un adolescente normalissima con buoni voti ed atteggiamento tipico della sua età, lei non si avvicina spontaneamente alla droga, non è stata neanche costretta in quanto qualcuno aveva messo qualcosa nel suo drink e quando lei capirà si inizierà a sentire in colpa, ma questo non basta dato che lei continuerà a farsi.

Nel libro vediamo un alternarsi di situazioni che sembrano irreali ma alla fine è solo la nuda e cruda verità.

Però io mi sono chiesta sempre una cosa mentre leggevo, ma i suoi genitori erano così ciechi?

Alla fine lei riprenderà in mano la sua vita solo che le brutte amicizie e i casini che ha combinato la porteranno a una tragica ricaduta.

Credo che tutti dovrebbero dare un occhiata a questo libro poiché è molto particolare e ti illumina su vari aspetti della psiche umana.

Ve lo consiglio? Sì, soprattutto a chi interessa l'argomento.

Giudizio complessivo: 4-/5
Seguendo questa scala:

1. Orribile
2. Insufficiente
3. Sufficiente
4. Carino
5. Perfetto


Buona lettura,




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: