-->

Dinocroc vs. Supergator




Regia: Jim Wynorski


Anche se non lo è, pensavo fosse un Asylum, quindi traetene le vostre conclusioni.

Il film si impegna già da subito e al minuto 1.35 son già piegato dal ridere (devo ancora capire se sia un bene o un male, ma propendo per la prima); la bestia iper-computerizzata si muove in una maniera talmente ridicola che boh...non so che dire davvero... meraviglioso.

Ed è a questo punto che arriva il coglione di turno il quale, dopo averci informato che ''Deve andare'' (ma dove???) si fa mangiare senza un motivo logico...creando i presupposti per l'arrivo della bestia n.2 in tutta la sua bellezza e incredibilmente non so cosa dire un'altra volta... applausi.


Seguono le solite inutili scariche di piombo, che ricordano illustri predecessori del calibro di Mega Piranha, fino al meraviglioso ed iper tamarro ingresso del cacciatore di dinocrocosauri. Impresa ardua la sua tra l'altro, dato che le bestie divorano tutto quello che incontrano senza alcuna pietà... ma da quanto tempo non mangiavano????


Le scene imbarazzanti si susseguono senza pause, come l'inseguimento del dinocomecazzosichiama alla jeep (fantastico con lei che spara con una pistola giocattolo e la musica epica in sottofondo) e lo spuntino nell'idromassaggio, che alla fine è pure apprezzabile.



Vedere camminare il Supergator è in ogni caso qualcosa di veramente esilarante (davvero ve lo consiglio nelle giornate in cui vi sentite un po' giù di morale), ma ancor di più lo è vedere padre e figlia sparargli con pistola e fucile. Giustamente il padre viene divorato (ops scusate per lo spoiler 😃) e la bestia galvanizzata inizia a saltellare aumentando la sua buffezza in maniera esponenziale... fantastico.


E poi finalmente arriva lo scontro finale tra Rocky Dinocroc Balboa e Ivan Supegator Drago... ma dura troppo poco... cazz, dovevano farlo di almeno mezz'ora, uno se lo aspetta dal primo minuto e invece dopo tre minuti scarsi finisce tutto... nonono non ci siamo.



Il finale però è incoraggiante e speriamo di gustarci presto il seguito.

Ah tra l'altro il produttore è un vecchissimo Roger Corman, perfetto esempio di come la demenza senile possa fare davvero brutti scherzi....chissà magari nel 2052 Tarantino si lancerà in un sequel 😃.


Giudizio complessivo: AHAHAHAH
Di corsa nel 
    ↓

ZandZ | Recensissimo

ZandZ raccoglie il peggio del peggio: film che mai avrebbero dovuto essere concepiti né tantomeno pubblicati. Si meritano d'ufficio un -1, che per chi ne capisce di informatica significa 'ERRORE'.

Enjoy,

Luca Rait




Trailer





Lasciate un commento, oh voi che leggete...

Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :