-->

Rick And Morty


  • Autori: Justin Roiland, Dan Harmon
  • Stagioni: 2
  • Periodo: 2013 - in corso 
  • Episodi: 21 da 21 minuti circa
  • Tempo totale di visione: 7 ore e 30 minuti circa


RECENSIONE


L'horror è, da vari anni a questa parte, il mio genere cinematografico preferito.
Al secondo posto c'è però sempre stato quello fantascientifico, adoro Rtorno Al Futuro, Star Wars e qualsiasi film relativo a viaggi nel tempo, spade laser, astronavi giganti, futuri post apocalittici e dimensioni parallele.

Ed è per questo che sono caduto in estasi alla visione della prima stagione di questo cartone animato Sci-Fi, con più di una venatura horror.

Rick & Morty è la serie TV che più mi ha sorpreso quest'anno.

Prima di tutto perché ero abbastanza scettico a riguardo, da amante di Futurama quale ero, non mi andava tanto a genio un altro cartone animato fantascientifico che, a primo colpo mi pareva molto simile.

In secondo luogo, pensavo di trovarmi davanti a qualcosa di diverso, più infantile.

E invece...

I 21 episodi che compongono la prima e la seconda stagione (la terza uscirà quest'estate), girano intorno ai due protagonisti: Rick Sanchez, un geniale quanto egocentrico scienziato con problemi di alcolismo, e suo nipote Morty Smith, ragazzo timido, impacciato e dal cuore d'oro.

Sarà proprio l'arrivo in casa Smith da parte di Rick a distruggere irrimediabilmente il quieto vivere della famiglia, che verrà (suo malgrado) coinvolta nelle avventure dello scienziato.

Il cartone animato, sia all'estero che qui in Italia, ha avuto un grandissimo successo e apprezzamento, arrivando in poco tempo ad avere una grande fama.

E devo dire, che è più che meritata.


I riferimenti e le citazioni ai film e serie di stampo fantascientifico e horror sono tantissime, già dalla musica della sigla, che ricorda tantissimo quella di Doctor Who e dai due protagonisti, molto simili (ma anche molto diversi) a Doc Brown e Martin McFly della stupenda trilogia di Ritorno Al Futuro.

Attenzione però, perché al contempo, Rick & Morty brilla di originalità e gli sketch comici non sono per niente banali. Inoltre, certe volte, si punta anche molto sul nonsense più totale, come per gli episodi "Realtà Alternative" & "TV Via Cavo Interdimensionale 2", dove ho riso come un pazzo, ve lo giuro.

Poi, vabbè, ci sono spassosissimi episodi parodistici come "M. Night Shyam-Alieni", che parla di realtà simulate e finali a sorpresa, "Anatomy Park" e "La Notte Dello Sfogo", naturalmente una parodia all'horror La Notte Del Giudizio di DeMonaco.

Tra tutti gli episodi degni di nota, ci sono anche alcuni davvero geniali, come per esempio "Incontri Ravvicinati Del Rick-tipo" con un twist ending che mi ha lasciato a bocca aperta, "La Tribù Dei Miguardi" davvero divertentissima, e "Total Rickall", una delle mie puntate preferite in assoluto.

Altro punto assolutamente a favore, riguarda la profondità della serie, che in una serie animata è davvero difficile trovare. Perché, con le varie rivelazioni che ci verranno svelate, man mano che si va avanti con le puntate, mi hanno fatto sciogliere il cuore.

L'episodio finale della seconda stagione, per esempio, è qualcosa dì tristissimo. 

Non ho mai pianto per Titanic o per un qualsiasi film d'amore, ma ho pianto per Rick & Morty. E, cazzo, non credo di essere stato l'unico.

Perciò, per chi ama la fantascienza, i cartoni animati molto spinti, l'horror, e ridere a più non posso, Rick & Morty fa per voi.


Wubba lubba dub dub...
Ehm, volevo dire, buona visione!

Giudizio complessivo: 9


ASickIchi


Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: