-->

L'Uomo Senza Ombra





Trama iniziale

Uno scienziato decisamente egocentrico lavora sotto le ali del governo americano e soprattutto dell'esercito a un progetto all'avanguardia. Nel laboratorio sotterraneo, a due passi dal Campidoglio, conduce col suo team di sottoposti esperimenti sull'invisibilità. Il procedimento è efficace e banale sulle cavie, che scompaiono dallo spettro visibile ma che si possono ancora vedere in quello infrarosso, si riscontrano problemi invece nel processo inverso.

Dopo un guizzo di genio, Sebastian Caine riesce a ideare la molecola stabile che lo renderà possibile. Testeranno con discreto successo questa scoperta su di un gorilla, ma alla consueta riunione coi suoi vertici militari, lo scienziato negherà di aver conseguito dei risultati. Mira infatti a eseguire ulteriori esperimenti proibiti senza la dovuta autorizzazione, in particolare quelli sull'uomo.

Così condurrà in prima persona un esperimento del genere su un essere umano, iniettandosi da solo il siero dell'invisibilità. Il processo risulta inaspettatamente doloroso, ma una volta raggiunto il suo nuovo stato, potrà divertirsi a fare gli scherzi più stupidi ed idioti. Ma permanere in quella situazione particolare comporta anche un aumento dell'aggressività, e non passerà molto tempo prima che Caine perda la ragione e inizi a compiere un'azione più spregevole dell'altra, conscio del fatto che ben poche persone potrebbero risalire a lui..


Kevin Bacon

Recensione no-spoiler

Di meriti ne potrà contare pochi ma il più degno di nota è sicuramente quello legato agli effetti speciali. Pensare che nel 2000 si sia riusciti a creare della computer grafica così realistica, un po' di stupore te lo fa venire. Mi riferisco non solo allo sforzo che è servito per riprodurre le fattezze in plastica di un uomo incorporeo, ma soprattutto alle scene di trasformazione dove manca la pelle e si vedono progressivamente comparire/scomparire tutte le parti anatomiche. Scene che riescono infatti a sorprendere anche nel 2016.

Per tutto il resto rimaniamo nella buona mediocrità: i personaggi gareggiano per chi riesce ad incarnare meglio il suo stereotipo, le azioni dell'uomo senza ombra non brillano particolarmente per spessore intellettivo, anzi sono tutte abbastanza infantili. Ci sta, nel senso, come film di intrattenimento con me ha funzionato e soddisfatto, altri potrebbero considerare questo come un limite. Persino le implicazioni morali, che avrebbero potuto rappresentare un interessante punto di riflessione, sono state giusto accennate senza un grande approfondimento. I dubbi sulla validità fisica di quello che vediamo costituiscono un'ulteriore possibilità di critica, ma, parliamoci chiaro, rientriamo pur sempre nel genere fantascientifico dove tutto è concesso, pure andare contro le leggi naturali che attualmente conosciamo.



Sul regista i commenti si sprecano: un maestro come Paul Verhoeven non dovrebbe aver bisogno di presentazioni. Curioso constatare come abbia diretto i primi capitoli di successo di alcuni franchise, che non hanno avuto la stessa fortuna nei seguiti, parlo ad esempio di Robocop (1987), Basic Instict o anche di Starship Troopers - Fanteria Dello Spazio. Come lui stesso ha ammesso nel 2013, è l'unico film che col senno di poi non avrebbe diretto, non tanto per il risultato finale, quanto per lo sforzo concettuale che c'era dietro. Pensa infatti che 'lo avrebbero potuto realizzare uno tra altri 20 registi di Hollywood', mentre solo lui poteva partorire Robocop (1987) e Starship Troopers - Fanteria Dallo Spazio in quel modo. 

Nel cast figurano un Kevin Bacon scelto per 'la sua abilità di essere contemporaneamente diabolico e affascinante', un Josh Brolin mai così inconsistente e altri attorucoli comparsi qua e là negli anni '90.


Consigliato agli assetati di storie pseudo-scientifiche dove la gente sbrocca e inizia a spargere sangue a destra e a manca; sconsigliato a chi si approccerebbe al film per cercare un valido trattato sulla ricerca scientifica estrema.



Giudizio complessivo: 6.7

Buona visione e alla prossima,

Bikefriendly




Trailer




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :