-->

The Ring



Regia: Gore Verbinski


Trama iniziale

In una tipica serata tra ragazze liceali della classe media americana, viene fuori per caso l'argomento che sembra essere sulla lingua di tutti: pare che esista una videocassetta al termine della quale ti squilli il telefono di casa alla cui cornetta una voce infantile ti avvisa che ti restano da vivere soltanto sette giorni.

Una delle due confida all'altra che proprio una settimana prima aveva soggiornato con il suo fidanzato segreto in un cottage di montagna, in cui, per via della tv via cavo non funzionante, si erano messi a vedere un'anonima videocassetta. Avendo poi ricevuto la sinistra telefonata, proprio come nella diceria che circola in giro, ecco che i timori di un'intera settimana stanno per trovare conferma..

Conosciamo quindi sua zia Rachel, una giornalista affermata, che su spinta della sorella in lutto decide di indagare sull'accaduto e di scoprire le ragioni di una morte così disumana e inspiegabile. Ci mette poco a risalire alla serata tra amici e ripercorre così le orme della nipote, incappando anche lei nella visione di tale pellicola. Che dire bellezza, ti rimangono 168 ore da vivere, a meno che tu non riesca in qualche modo a risolvere il mistero che si cela dietro al filmato..


Naomi Watts

Recensione no-spoiler

Recuperato solo ora, mi sarei aspettato una storia sempliciotta con tanti spaventi e invece mi ha stupito perché, oltre ad avere una trama contemporanea, l'ho trovato pure un film girato da lode. Eppure risulta il primo lavoro degno di nota del regista Gore Verbinski, poi a capo del progetto Pirati Dei Caraibi - La Maledizione Della Prima Luna e successivi. Ha confermato poi il sodalizio con Johnny Depp in Rango e The Lone Ranger.

The Ring, col senno di poi, sembra non centrare nulla con la sua carriera. Stiamo parlando infatti del primo remake americano di un horror giapponese, il sicuramente meno noto Ringu, a sua volta tratto da un romanzo connazionale. A oggi, figura nel libro dei guinnes come il rifacimento horror più redditizio della storia del cinema. Seguirono poi altri film diventati cult come The Grudge copione di Ju-On, Dark Water e Pulse dei loro omonimi nipponici, e infine Chiamata Senza Risposta di The Call - Non Rispondere. Per non parlare poi dei seguiti, tra cui The Ring 2 che delude le aspettative.Poi finalmente hanno smesso, iniziavano a rompere le scatole. 

Nel cast invece troviamo una splendida Naomi Watts che anche oggi merita la pagnotta senza colpo ferire; a sorpresa compare anche un enigmatico Brian Cox che ho amato/odiato nella saga di Jason Bourne. Altri degni di nota non ve ne sono, il bambino ad esempio non mi ha convinto in una parte, devo però ammettere, scritta male.

Apprezzabili prima il ritmo incalzante con cui viene raccontata questa settima e in seguito la durata insolitamente lunga per film commercialotti come questo. Il video contenuto nel VHS poi non mi ha deluso affatto, trasmette da solo un'inquietudine pazzesca, e con quel sottofondo.. 

All'8 tondo di valutazione sarebbe arrivato giusto con una chiara spiegazione delle ragioni dietro al gesto della madre e se fossero mancate alcune ingenuità, innocue a dire il vero, del tipo perchè esistono ancora copie di quella videocassetta se, come visto, distruggerne una non sconquassa più di tanto l'umore di Samara. A tal proposito: secondo voi l'amica della prima vittima come faceva a sapere della storia della videocassetta? Scrivetemelo nei commenti! :D


Consigliatissimo a chi è alla ricerca di un horror che mischi ansia, tensione e una buona dose di mistero; sconsigliato a chi è ancora dotato di un lettore VHS, tale esperienza potrebbe traumatizzarvi al punto da volerlo buttare nella rumenta. =))



Giudizio complessivo: 7.8

Buona visione e alla prossima,

Bikefriendly




Trailer




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :