-->

Golden Axe (1989)


Sviluppo: SEGA 

Nel 1989 Golden Axe nacque per le sale giochi ma successivamente venne convertito per le console e computer dell’epoca,tra cui il Sega Mega-Drive.

Golden Axe, insieme ad Altered Beast (un altro gioco Arcade convertito successivamente per Sega Mega-Drive), divennero leggende immortali che non verranno mai dimenticate e che rimarranno nella storia dei videogames per sempre.

Ma andiamo con ordine e con più calma.

Golden Axe è un Picchiaduro a scorrimento (un genere di videogames molto in voga nelle sale giochi negli anni’80).

Essendo un Picchiaduro a scorrimento, possiede una trama piuttosto semplice e per nulla troppo complicata.

TRAMA: Il tiranno Death Adder ha rapito il re e la principessa del reame di Yuria e rubato il simbolo stesso del regno, la Scure d'oro), minacciando di uccidere i regnanti e distruggere l'ascia se l'intera popolazione di Yuria non si piegherà al suo volere. Tre eroi, in seguito all'uccisione del loro amico e alleato Alex per mano dell'armata di Death Adder e ad altre malefatte per mano dello stesso, decidono di tentare il tutto per tutto per rovesciare quest'ultimo.

Lo scopo del videogiocatore è quella di impersonare uno dei tre personaggi a sua disposizione e combattere nemici di ogni tipo fino alla fine, in cui dovrà affrontare il Boss finale.


Insomma, alla fine non è tanto diverso dagli altri Picchiaduro a scorrimento che erano presenti nelle sale giochi dell’epoca.

Ma perché questo videogioco è diventato una leggenda?

Beh,per tanti motivi che spiegherò di seguito.

Sicuramente un elemento fondamentale per il successo nelle Sale Giochi e motivo delle varie conversioni sui dispositivi disponibili fu sicuramente …l’elemento Fantasy.

L’elemento Fantasy avrà probabilmente interessato e affascinato molte persone dell’epoca.

Bisogna ammetterlo, un mondo fantastico pieno di creature magiche e duelli di magie affascina sempre, soprattutto un pubblico giovane.


Un altro elemento che potrebbe aver portato questo gioco nell’olimpo dei videogames potrebbe essere…la sua difficoltà.

Sia chiaro, il gioco non è difficile ma nemmeno così facile: Bisogna essere astuti, armarsi di pazienza, utilizzare a dovere le proprie risorse, ma soprattutto fare le giuste mosse e attaccare i nemici al momento opportuno.

Non è perfetto, si vedono i limiti dell’epoca come il risparmio nella creazione di nemici differenti utilizzando qualche modello, ma cambiando il colore.

Vi consiglio tuttavia di recuperare questo gioco nel caso in cui non ci aveste mai giocato e di provarlo almeno una volta.

Recuperarlo non è un problema dato che potete scaricarlo sul vostro cellulare, godervelo su M.A.M.E nella sua versione Arcade oppure potete giocarci su PS4 grazie a “Sega Mega-Drive Classics”(2018).

Enjoy,




Trailer



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento