-->

L’Occhio Del Gatto


Regia: Lewis Teague

Probabilmente uno dei film tratti dai romanzi (o, in questo caso, dai racconti brevi) del maestro del brivido Stephen King meno conosciuti ma non per questo meno riusciti, diretto dal regista di Cujo, il film con protagonista il cane di Beethoven solo leggermente più incazzato.

Sceneggiato proprio dal diavolo del Maine in persona, la pellicola si suddivide in tre episodi ognuno che non c’entra una fava con l’altro, tranne che per la presenza di un misterioso gatto che ovunque vada porta una sfiga che manco un aereo diretto per le Bermuda che passa sotto una scala e ha un finestrino rotto a bordo.

Ma analizziamo episodio per episodio (e fatevi già gli scongiuri).


EPISODIO 1: Quitters, Inc.

Un uomo di mezza età (James Woods), padre di famiglia, ha il terribile vizio del fumo. Come ultima spiaggia decide di recarsi alla Quitters Inc., agenzia che, con metodi non proprio ortodossi, riesce a liberare ogni cliente dal proprio vizio. Costi quel che costi, anche torture con l’elettroshock o dita mozzate.

Grottesco oltre modo, l’episodio è tratto dalla raccolta A Volte Ritornano (contenente il capolavoro Camion, ripreso nel film cult Brivido diretto proprio da King).

James Woods, avvezzo all’horror dopo Videodrome, paranoico è bravissimo, idem Alan King, il direttore della Quitters Inc.

Partiamo bene.

GIUDIZIO: 8



EPISODIO 2: Il Cornicione 

Un ricco e per nulla scrupoloso uomo d’affari scopre che la povera moglie ha un flirt con un affermato e giovane tennista.

Il miliardario rapisce colui che lo cornifica e decide di mettere in piedi una scommessa fuori dal comune: se l’amante riuscirà a circumnavigare il palazzo del ricco bastardo (il cornicione sarà largo 15 cm e l’appartamento si trova al 20esimo piano, fate voi), la donna sarà sua, altrimenti…. Nel fiume chissà come scivolavi.

Sicuramente l’episodio migliore del lotto, cinico e spietato come il suo sadico antagonista.

Nel ruolo del giovane tennista vi è Robert Hays, il Ted Striker del must L’Aereo Più Pazzo Del Mondo.

Ma la vera protagonista del segmento è senz’altro l’ansia.

GIUDIZIO: 9 



EPISODIO 3: Il Generale 

Il nostro gatto portasfiga arriva finalmente in una casa apparentemente tranquilla, se non che la presenza di un minuscolo troll incazzato come una bestia che vuole proprio “succhiare” via il respiro della piccola Amanda, una Drew Barrymore in fasce, ancora lontana dalla metanfetamina, disturberà la pace di una tranquilla famigliola.

Episodio carino ma non eccelso, scritto appositamente per il film.

Differenzia parecchio dagli altri due episodi, più grotteschi e kinghiani, creando un’atmosfera da horror infantile in stile Piccoli Brividi.

GIUDIZIO: 7



UNA PICCOLA PERLA DEGLI ANNI 80 DA RISCOPRIRE, SOPRATTUTTO DAGLI AMANTI DEL MAESTRO DEL BRIVIDO.

Giudizio complessivo: 8
Enjoy,





Film completo



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉:

     

Nessun commento:

Posta un commento