-->

I Ragazzi Del Cimitero


Regia: Elias Michalakis

Dopo Tragica notte Al Bowling, ecco un altro film appartenente agli “Sconosciuti degli anni 80”. E anche in questo caso, forse è un bene 😏.

1986. Un gruppo di giovani americani decide di fare questo film. I soldi per il budget sono di 5 $ e 99 (tutti usati per gli attori e per gli effetti speciali, truzzi ma qua e là efficaci). 
Il problema più grosso risiede nella cosa più importante in una pellicola: la TRAMA 😃

Classica sceneggiatura anni 80: gruppo di studenti scansafatiche e (come direbbe Doc Brown) FANNULLONI decide di comprare della droga dallo spacciatore Mussolini (tranquilli, non ci troviamo davanti allo zombi del Duce che, per “campare”, fa il pusher davanti ai licei artistici, ma ad un baffuto uomo di colore che sembra il gemello cattivo di George Jefferson della serie TV!).

I ragazzi (che poi Perché del cimitero? Non c’è n'è uno in sto paesino) decidono di uccidere Mussolini, il quale si rivela anche mezzo immortale in stile Michael Meyers (il killer, non Austin Powers).

Alla fine riescono nell’impresa colpdendolo con una mazza da baseball e gettandolo in un fiume.

Nessuno di questi tossici può immaginare che nel fiume vi siano sostanze chimiche che riportano in vita i morti, rendendoli fortissimi (non vi ricorda qualcosa....un certo Lo Chiamavano Jeeg Robot).

Mussolini ritorna e ammazza alcuni dei ragazzi. I superstiti hanno un’idea: Come fermare uno zombi con i controcaxxi? Semplice, con un altro zombi! Prendono il corpo di uno degli amici morti e lo imbelinano (in genovese, in italiano “lo gettano”) nelle acque inquinate. 

Sembra un bel film, ma ha un grossissimo problema: la NOIA!

I personaggi (tranne Mussolini, il migliore) sono abbozzati e non hanno un briciolo di stereotipo, sembrano tutti uguali (grave problema per un film anni 80, pensate solamente ai personaggi dei Goonies); troppi dialoghi inutili; tante idee confuse….

La regia e gli effetti speciali, molto grezzi e poco curati, nel bene e nel male fanno il loro sporco lavoro. Recitazione inesistente (appartenente il buon “Jefferson” Mussolini, l’unica cosa veramente riuscita del film).

Musiche tipiche Anni 80 (e infatti, tra i baldi giovani, si può notare un giovane Amadeus!).

Il titolo americano è il convincente I Was A Teenager Zombie (che ricorda molto il cult con Michael J. Fox, Teen Wolf, uscito l’anno prima da noi col terribile titolo Voglia Di Vincere).

Bellissima la locandina….che però non c’entra niente col film, non sono né gli attori del film e lo zombi senza dita (?) non è Mussolini….Ma allora, CHI CA**O SONO

Solo per gli amanti del trash allo stato puro.

Giudizio complessivo: 5
TRASHISSIMA VISIONE,


Nicolò Benincà


Film Completo



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: