-->

Zio Adolfo In Arte Führer


Regia: Castellano & Pipolo


Castellano e Pipolo (registi dell’ immortale capolavoro Il ragazzo di campagna e di tantissimi film con il Molleggiato) con questa pellicola, passata con buon successo nelle sale nel 1978 D. C. (ovvero Dopo Celentano) per poi sparire misteriosamente e apparire ogni morte di Papa alle 4 del mattino su Rete 4, hanno regalato uno dei pochi progetti nostrani che riesce a far ridere (e si ride) utilizzando uno humour non proprio appartenente al nostro Stivale (escludendo il MAESTRO Rocco Tanica e gli Elii), ovvero il nonsense vero e proprio, molto più English che del Belpaese.

Si, è vero che il Celenta ha sempre usato questo humour nei suoi film ma non è mai arrivato a questi livelli di umorismo che fa ridere senza che abbia senso.



Non è blasfemia paragonare questo film ai capolavori dei Monty Phyton e alle parodie di Mel “Frau Blucher ihhhh”Brooks

La trama, come probabilmente state pensando, non vede Nostro Signore Celentano nel ruolo del Führer, ma nel duplice ruolo di due gemelli, uno che diventerà il mentore di Zio Adolfo (che poi Perché Zio Adolfo? Non viene spiegato, però fa già ridere, vedrete!) e l’altro invece che cercherà in ogni modo di ucciderlo, ovviamente sempre fallendo miseramente in stile Wile E. Coyote con i prodotti ACME. 

Durante il film vengono anche mostrati filmati di repertorio ridoppiati (in stile Carlo D’Inghilterra a Striscia) e alcune scene veramente esilaranti che fanno da parodia alle varie fasi vitali del Führer.


Risate assicurate nelle seguenti scene: la svastica che, come la stella cometa, avvisa la nascita del Führer; un giovane Führer moltiplica la birra che ormai scarseggia; la nascita del saluto nazista; Celentano che, in volo, non apre il paracadute e canticchia (scena fintissima ma esilarante); la roulette russa infinita; il wurstel che si alza da solo quando si avvicina Amanda Lear; il Führer che balla come se fosse in una balera di Riccione…….

Mimica facciale del ragazzo della via Gluck sempre strepitosa.

Se amate il nonsense inglese avete trovato una nuova divinità filmica, se invece odiate questo umorismo e odiate ancor di più Sua Maestà Celentano allora non aggiratevi verso le 4 del mattino su Rete 4, potreste incontrare il vostro peggiore incubo…..

Giudizio complessivo: 8.0 (Sarebbe 7.9 ma quel 0.1 è per la faccia del Celenta nella locandina!)
Buona visione di questa sconosciuta parodia del Terzo Reich!

Nicolò Benincà

Film completo



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui 😉: