-->

Come Lo Feci - Gene Wilder



Autore: Gene Wilder



Ovvero, autobiografia di un genio. 


Libro amaro perché, il giorno dopo averlo iniziato, il mitico Gene Wilder purtroppo è stato ingaggiato a tempo indeterminato per incantare i fortunati abitanti di qualche altra dimensione (o almeno mi piace pensarla così, se posso fare uno
strappo al mio ateismo convinto).

L’ho letto quindi con una commozione ed un coinvolgimento particolari, che non mi hanno però impedito di trovare la prosa di Gene, probabilmente più a suo agio con le sceneggiature che con un romanzo, poco scorrevole. 


Nei primi capitoli si fa quindi un po’ di fatica a prendere il ritmo, complice l’argomento che riguarda, come di prassi, il racconto della vita familiare e quindi la sfera privata, la gioventù ed i primi tentativi artistici.


Dopo pochi capitoli il racconto entra nel vivo, ovvero si inizia a leggere di aneddoti relativi a teatri, nomi e film noti, e il libro riesce finalmente a “prendere” il lettore.

Che dire? Era davvero un tipino strano, il nostro Gene, a cominciare dal rapporto con le donne, descritto in modo tanto sincero da sconfinare a volte nel cinismo; indubbiamente sicuro del suo talento e delle sue capacità ma riconoscente sempre al caso, che lo ha voluto, come lui stesso ammette, diverse volte al momento giusto nel posto giusto. 


Insomma, il racconto di una vita abbastanza rocambolesca, intervallato dai dialoghi con la psicologa a cui Wilder si rivolgeva per risolvere l’ossessione che lo ha accompagnato per diversi periodi della vita (e non vi dico qual è… e non la indovinerete mai a meno di non leggere anche voi questo libro). Forse mi sarei aspettata qualche aneddoto comico in più, ma tutto sommato sono contenta di aver approfondito la conoscenza di uno dei miei miti.


Decisamente consigliato se avete amato Gene alla follia.


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :