100 Gradi Sotto Zero



Regia: R.D. Braunstein


Trama iniziale
I vulcani dell'Europa decidono di eruttare all'unisono, le fumee lapilli e tutto ciò che ne fuoriesce di leggero formano uno strato nell'atmosfera che non permette più al Sole di riscaldare la Terra. Inizierà così una nuova era glaciale per il vecchio continente e non solo...

In questo marasma, la famiglia di un colonnello cercherà di riunirsi e mettersi in salvo: il genitore si trova a Londra con la sua nuova compagna più giovane, mentre i due figli risiedono a Parigi per studi... Riusciranno i nostri eroi a rincontrarsi sani e salvi?
Ve lo diciamo noi, non sia mai che vi venga l'idea che volessimo spingervi a visionare questa degenerazione sotto forma di pellicola... 


SI', ce la faranno!!!

Il colonnello attraverserà il canale della Manica con una 600 (vi giuro), arriverà nella periferia di Parigi, prenderà un elicottero e porterà i figli là dove ad aspettarlo ci sarà un 
aereo pronto per la partenza per posti più sicuri e caldi...



Eccoci qui un'altra volta a recensire questa roba dell'Asylum, come al solito infelici finché un meteorite non ne farà piazza pulita. Procediamo passo passo, quatti quatti ad analizzare questo capolavoro equiparabile come genialità ad un morso di una tigre sullo stinco.

100 Gradi Sotto Zero (titolo originale 100 Degrees Below Zero) vorrebbe essere il remake farlocco de The Day After Tomorrow, sappiamo benissimo che questa casa di produzione predilige i disaster movie, peccato che i risultati devastino il mondo del cinema... tutto!!!

A parte i soliti dialoghi imbarazzanti e la computer grafica creata col Commodore 64, passiamo ora alle minchiate più importanti, tralasciando le più piccole per pura compassione:

Allora inizia il film con i due giovani fratelli, interpretati da Marc McKevitt Ewins e la pettutissima Sarah Malakul Lane, che girano per le strade di Parigi recitando come cani i discorsi scritti dalla donna delle pulizie degli uffici della Asylum
In contemporanea i vulcani espellono il materiale sopra citato e la temperatura si abbassa improvvisamente...


Piovono polpette??... NO! Palle di neve grosse quanto un anguria, una per poco non colpisce il nostro Marc che per effetto dell'esplosione della palla giace a terra un po' intontito, ma ecco che un'altra palla di neve in arrivo in piena faccia, prontamente "scalciata" dalla sorella... eh già!!! Bei riflessi!!! Ovviamente al cambio delle inquadrature la neve da terra scompare, dissolta in un nanosecondo, o forse anche meno.

Intanto i bollettini delle TV annunciano che sta per abbattersi 
"la più grossa tempesta di neve dal 1908 quando caddero diversi millimetri (?) di neve".



MILLIMETRI???

Le varie peripezie e i discorsi inutili proseguono senza sosta finché i nostri due giovani, infreddoliti e stanchi, cercano qualcosa per coprirsi. Tuttavia il freddo aumenta esponenzialmente e solo dopo parecchie ore riescono a trovare un negozio 
di pellicce (al centro di Parigi, capite, non lo trovavano!?!?)...


Ora qui si arriva alla pura demenzialità e imbarazzo, la signora delle pulizie della Asylum ha dato il meglio di sé: 
entrano nel negozio di pellicce già saccheggiato dove trovano comunque due capi pesanti da indossare, ma ecco che si presenta il proprietario imbufalito il quale pretende da loro, pistola alla mano, un pagamento immediato di 20'000 euro per i pregiati capi di abbigliamento... Come faranno i nostri eroi senza un quattrino in tasca (chi di voi avrebbe nel portafoglio 20'000 euro?) ad uscire da questa situazione?

Semplicemente una forte scossa sismica farà precipitare alcuni scaffali sul proprietario, stordendolo!!
Ma non è tutto, la nostra amata protagonista rimane anche lei sotto lo scaffale che il fratello non riesce ad alzare... e qui siamo morti dalle risate (foto dello scaffale): 

vi giuriamo... è così!!!


trattasi della linea Gorm di una famosa marca di mobili, che peserà 10 kg in totale...


Marc proverà pure a fare leva con un grosso pezzo di legno che si distrugge immediatamente. 
Probabilmente una tetta di Sarah Malakul è rimasta bloccata, ci vorrà un palo di metallo per riuscire disincastrarla totalmente.


Ma passiamo ora alle avventure del colonnello, interpretato da Jeff Fahey.


Mentre arriva la bufera si trova in volo con la compagna ed è costretto ad atterrare a
Londra anzichè a Parigi, come già detto inizierà il suo lungo viaggio su una 600 senza mai fermarsi... quanto diavolo è capiente il serbatoio di una 600???
Riesce a fuggire dall'allagamento del tunnel della Manica con la medesima macchina che durante il tragitto fortunatamente si ribalterà su un campo sterrato (?) rimanendo in posizione inclinata di 30°, peccato che il campo sia completamente piattoRimasti a piedi, arriveranno alla base poco lontano e per prendere l'elicottero che li condurrà a Parigi, appuntamento con i figli alla Torre Effeil...

Intanto nella capitale i militari mettono al sicuro le persone e caricano forzatamente i due protagonisti su un Hammer di colore nero. I ragazzi spiegano che hanno un appuntamento con i genitori alla Torre, ma i militari si sa, eseguono gli ordini alla lettera... e qui accadrà l'incidente più lento della storia: la velocità si nota dai finestrini mentre si svolge il dibattito e sarà intorno ai 5, massimo 10, km orari, ecco che all'improvviso una coppia attraversa la strada e sbam... contro un muro, airbag manco a parlarne, il conducente ed il militare accanto giacciono morti con un'espressione imbarazzante sul viso...

I nostri eroi diventati intanto 3 (hanno raccattato un'altra ragazza con cui si evince che nel "dopo sciaugura" Marc copulerà abbondantemente) si incamminano verso la Torre. Nel tragitto 
riescono persino a farsi rubare le pellicce da due manigoldi!

Qui avviene l'ennesimo colpo di genio della donna delle pulizie della Asylumla famiglia si è data appuntamento SULLA torre, quindi non in basso bensì in alto...
ma vi rendete conto??

Dopo vari tentativi, con un cavo riusciranno a catapultarsi dentro l'elicottero, senza farsi affettare dalle pale ed in mezzo alla tempesta, volando felici fino a schiantarsi vicino all'aereo che riusciranno miracolosamente a prendere e portarli tutti in salvo.


Ora la domanda è sempre la stessa: 
perchè creare queste robe assurde? Ma non sarebbe meglio scrivere una commediola che si svolge fra vicini di casa? non sarebbe meglio creare altro un docu/horror che oggigiorno vanno tanto di moda? non sarebbe meglio cospargersi di benzina e darsi fuoco?

Anche in questo film, non manca l'attore di prestigio che tale non sarà più dopo averne preso parte, parliamo di John Rhys-Davies, l'amico di Indiana Jones o il Gimli de Il Signore degli Anelli
Che bello!!! Che lo abbiano ipnotizzato?


Sconsigliatissimo, meglio un bagno nell'acido muriatico o una vacanza con Freddy Krueger.




P.S.: per recensioni divertenti come questa consultate la categoria ZandZ




ZandZ | Recensissimo

ZandZ raccoglie il peggio del peggio: film che mai avrebbero dovuto essere concepiti né tantomeno pubblicati. Si meritano d'ufficio un -1, che per chi ne capisce di informatica significa 'ERRORE'.



Giudizio complessivo: -1

Buona visione e alla prossima,

Recensissimo



Trailer



Lasciate un vostro commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :