-->

Ralph Spaccatutto


Regia: Rich Moore

Siamo in una vecchia sala giochi e Ralph Spaccatutto è l’antagonista di Felix Aggiustatutto nell’omonimo videogioco. Quando nessuno gioca al cabinato, Ralph viene comunque emarginato dagli altri abitanti di quel mondo videoludico e costretto a vivere in una discarica mentre tutti gli altri abitanti festeggiano a casa di Felix ogni sera.

Per dimostrare il suo valore, scommette di essere in grado di vincere una medaglia, anche a costo di intrufolarsi in un altro cabinato.

Viaggia così tra diversi videogiochi alla ricerca di una medaglia in luoghi che non gli appartengono e si troverà a dover convivere con una bambina-glitch con il sogno di diventare pilotessa nel cabinato Sugar Rush.


Il primo problema, e forse quello più grosso, è l’idea di fondo. Il film infatti è palesemente rivolto ad un pubblico giovanissimo che, sicuramente, non conosce la maggior parte dei videogiochi mostrati e non riesce a cogliere i vari camei disseminati qua e la per il film. Allo stesso tempo però, gli adulti in grado di capire tutti i riferimenti (e credetemi che specialmente nella prima metà sono numerosissimi) si potrebbero annoiare perché di fronte ad un prodotto per il quale loro si sentono troppo grandi.

Sorvolando su questo paradosso, però, ci troviamo di fronte ad un buon prodotto di animazione targato Rich Moore (lo stesso di Zootropolis) che presenta alcune idee davvero interessanti, come la seduta di terapia tra i cattivi dei videogiochi o il vulcano composto da Mentos che cadono in un lago di Coca-Cola.

Per quanto riguarda i videogiochi citati, abbiamo l’imbarazzo della scelta: Pacman, Super Mario, Street Fighter, Sonic, Metal Gear Solid, Resident Evil, Mortal Kombat e Frogger sono solo alcuni dei grandi nomi della storia videoludica che verrano omaggiati in questa divertente pellicola.

I messaggi in questo film, come in ogni lavoro Disney, sono numerosi e in questo particolare caso si va dal mobbing al razzismo, dalla menzogna all’imbroglio, mostrandoci che ognuno deve accettarsi per quello che è e soprattutto nessuno deve dare giudizio sugli altri solo perché vittima di pregiudizi.

Ralph Spaccatutto è quindi un divertente cartone, una sorta di moderno Toy Story che ci svela la vita privata dei personaggi virtuali che più abbiamo amato. Consigliato agli amanti dei videogiochi e a chi vuole vedere un divertente film, colorato e leggero.

Giudizio complessivo: 6.8 
Buona Visione,

Stefano Gandelli



Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :