The Den




Regia: Zachary Donohue




Zachary Donohue ha fatto centro, nulla da dire.

Ambientazione assolutamente minimal, soprattutto nella prima parte; in pratica si tratta di uno schermo di un PC, ma riesce lo stesso a coinvolgere ed inquietare in maniera assolutamente convincente. Molto ben riuscita in particolare la scena nell'armadio del ragazzino, che lascia ben sperare e mantiene le promesse.

La ragazza se la cava dignitosamente, aiutata probabilmente dall'aver interpretato un ruolo decisamente analogo nel meno riuscito Smiley e la curiosità si mantiene piuttosto viva per tutto il film.

Perde un po' forse nella fase centrale, per poi riprendersi nell'ultima parte, inizialmente con l'ottima sequenza in cui lei ritorna a casa e poi definitivamente con il finale, sì cattivo, ma nello stesso tempo non troppo lontano da quello che probabilmente potrebbe accadere in un futuro prossimo (sempre che in alcuni posti non accada già).

Riguardandolo con attenzione, vengono in mente parecchi film da cui questo trae ispirazione, senza però scopiazzarne alcuno, tranne forse il sopracitato Smiley in alcuni momenti, ma con risultati decisamente migliori.

L'unica pecca che gli si può trovare è forse l'irrealtà di alcune scene, funzionali per la buona riuscita del film, ma difficili da credere possibili all'interno della vicenda che viene raccontata.



Nel complesso però la valutazione è più che buona.



Giudizio complessivo: 8
Buona visione e alla prossima,

Luca Rait




Trailer




Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :