-->

Watchmen


Regia: Zack Snyder



Premessa: per chi non avesse visto il film, lo faccia prima di leggere la recensione.

Watchmen è tratto dalla miniserie a fumetti di 12 numeri di Alan Moore, il papà di V For Vendetta (e ho detto tutto), la regia è stata affidata a Zack Snyder, conosciuto dal grande pubblico per aver precedentemente curato quella di 300 (e ho ridetto tutto), capolavoro del cinema.

La storia è interessantissima ed intrigante, le atmosfere sono eccezionali.
L'avventura si svolge in futuro parallelo, dove Richard Nixon è stato eletto per la terza volta Presidente degli Stati Uniti, la guerra del Vietnam fu vinta grazie all'aiuto del dottor Manhattan, uno scienziato che per un errore di laboratorio è diventato un essere con dei poteri straordinari.

Degli ex vigilanti mascherati che negli anni passati aiutavano a tenere le strade più sicure, forzatamente mandati in pensione, iniziano a morire; uno di loro chiamato Rorschach ricontatta i sopravvissuti evitandogli la fine degli altri ed inizia ad indagare insieme a loro sul mandante dei misteriosi omicidi.


Il Comico
Il Comico è il primo a morire e si capisce bene il perché. Il personaggio, di comico, non ha proprio nulla, anzi. Pieno di sè e cinico fino all'inverosimile, non si capisce come faccia  a stare in un gruppo votato al bene. La sua figura stona con tutto, ma il gruppo nonostante tutto lo accetta, forse un po' anche per paura.

Il suo personaggio raffigura l'America nella sua versione peggiore, quella colonialista, presuntuosa, guerrafondaia e repressiva, quell'America liberista che ritorce contro di sé la sua stessa forza, insomma, detto con le stesse parole del Comico, quell'America che ha "avverato il sogno Americano".

Forse è per questo che il gruppo di mascherati non si libera di questo collega, in fondo il Comico rappresenta ciò che loro stanno difendendo, o almeno una buona parte.


Gufo Notturno II
Il Gufo Notturno II, goffo e un po' ingenuo nella vita normale, veloce e deciso con la maschera indosso. Ha inventato e costruito Archie, una piccola astronave con cui scorrazzava insieme a sui amici mascherati in cerca di cattivi a cui farla pagare. Si innamorerà della bella Spettro di Seta.
Inizialmente il Gufo non crede alla storia degli omicidi degli ex colleghi, ma cambierà idea molto presto, in effetti il gioco è molto più grande di quanto può sembrare.


Spettro di Seta
Eroina come sua madre, ha conquistato il cuore del Dottor Manhattan e in seguito quello del Gufo Notturno II.

Per Manhattan è l'unico vero contatto con la sua residua umanità, lei soffre per lui e per il suo inevitabile allontanamento dalla realtà. 
Sarà cruciale il suo intervento quando dovrà convincere Manhattan a salvare l'umanità da una guerra atomica. Manhattan grazie a Lei ritroverà la ragione e percepirà lo straordinario concatenamento di eventi negativi che hanno portato invece ad avere un risvolto così positivo, come la nascita della sua compagna.

Spettro di Seta, nonostante tutto, alla fine della storia resterà insieme al Gufo Notturno II.






Ozymandias

Ozymandias è la mente lucida del gruppo, l'unico dei vigilanti ad aver svelato la sua identità al mondo, imprenditore di successo.

In piena guerra fredda, in collaborazione con un inconsapevole Dr Manhattan, escogita un piano per creare un pericolo per il mondo intero che distolga l'attenzione dalle tensioni internazionali e costringa ad unire le 2 superpotenze in una lotta fianco a fianco contro un unico nemico.


Per portare a termine il suo progetto decide di sacrificare milioni di 
persone e dare la colpa del genocidio al Dr Manhattan. Gli altri Watchmen cercheranno di fermarlo.

L'idea del sacrificio per scongiurare un numero più alto di morti sta alla base della creazione degli eserciti: il soldato in sé esiste per questa motivazione, unita poi all'idea di un nemico comune (se non sbaglio lo stesso Richard Nixon in una conferenza stampa auspicò un attacco esterno alla terra per costringere ad appacificare USA e URSS), Ozymandias formula il traguardo di una mente finissima il cui obbiettivo finale non è altro che quello di creare un mondo senza guerre, 
ma a che prezzo? Le persone sacrificate sarebbero d'accordo di annientare le proprie vite per un bene così grande? La pace creata dopo non sarebbe una pace finta o fittizia dovuta più alla paura che alla crescita morale e civile delle persone? Il genere umano ha diritto a questa scelta e ha il tempo necessario per formulare queste risposte?

Per Ozymandias il tempo è scaduto e presto ci sarà pochissimo su cui pensare, le bombe atomiche non ascoltano ragioni ne urla e ne pianti, non fanno distinzione di razza sesso e religione, vanno fermate e basta, a qualunque costo.


Dr Manhattan
A causa di un incidente durante un esperimento lo scienziato Jon Osterman diventa il Dr. Manhattan. Aiuta a far vincere gli Stati Uniti la guerra in Vietnam e collabora con Adrian Veidt (Ozymandias) nella ricerca di nuove fonti di energia rinnovabile. Il tratto psicologico del Dr. Manhattan è molto interessante, egli è molto più vicino ad un Dio che ad un uomo e questa sua natura lo porta a distaccarsi quasi completamente dal genere umano, l'unica cosa che ancora lo trattiene è l'amore che prova per Spettro di Seta.

Ma svanito anche quel legame e grazie ad un accusa di far ammalare di cancro le persone a cui sta vicino, Jon decide di auto-esiliarsi su Marte; qui completa la sua presa di coscienza di non avere più nulla a che fare con il mondo terrestre e più che altro sviluppa una concezione globale della sua esistenza, si rende conto di appartenere come un tutt'uno all'Universo e che la sua umanità non era che altro che una grossa palla al piede.
L'evoluzione mentale di Jon è perfetta, da uomo a Divinità, riuscendo a prevedere il futuro capisce che i comportamenti umani sono sempre gli stessi, la storia si ripete, gli errori si ricommettono, ed approfittando dei suoi poteri pian piano lascia ciò che ormai è scontato alle sue spalle in cerca di qualcos'altro. Non dovendo più tenere conto di un corpo umano e potendosi spostare a suo piacimento Jon comprende che l'Universo è illimitato e c'è molto altro a cui rivolgere le proprie capacità,

Spettro di Seta: "Jon per favore tu devi fermare tutto questo, moriranno tutti se non lo fai"

Jon :"....e l'Universo non se ne accorgerà neppure...
...il mio parere è che l'esistenza della vita sia un fenomeno estremamente valutato"

Non c'è che dire, simpatica come frase ed estremamente realistica, se pensiamo a cosa gira intorno al nostro pianetucolo.. Q
uindi l'umanità è stata messa da parte, milioni e milioni di persone si riducono ad un nulla di esistente o di esistito, un essere senza corpo abbandona il suo stadio larvale e si evolve in puro spirito e pensiero: per Jon una nuova ricerca inizia ora. 

Ma poco prima di rifiutare una richiesta di aiuto, comprende che anche nella vita c'è qualcosa di meraviglioso e si convince che la vita, anche se ciclica, è di per sé un miracolo, non quella degli uomini in particolare ma tutta in generale, quindi va preservata come si farebbe con un oggetto di enorme rarità. Decide allora di andare in soccorso per l'ultima volta del genere umano, scoprirà il piano di Ozymandias e alla fine, anche se con dolore, lo condividerà.


Rorschach
Un Watchman che non scende a compromessi è Rorschach. Nonostante il divieto del governo di continuare le attività di vigilantes, Rorschach continuerà a operare nei bassi fondi. Col volto coperto dalla maschera la sua voce narrante ci accompagnerà per tutta la pellicola. La maschera è il punto di contatto con la realtà che gli regala equilibrio, senza la maschera si sente incompleto, la sua umanità è stata spazzata via durante un caso che aveva a che fare con una bambina rapita, da quella terribile notte, il profilo dello spietato giustiziere si è completato, rimanendo intrappolato nel suo personaggio, violento e sociopatico, che per caso è dalla parte del bene.

Rorschach in carcere, dopo avere fritto un galeotto:
"Non l'avete ancora capito, non sono io rinchiuso qui con voi, siete voi rinchiusi qui con me"

Metterà in guardia tutti i restanti Watchmen e sarà l'unico a non condividere la soluzione di Ozymandias
Il suo sacrificio sarà stato vano?






Trailer


Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :