-->

Nero Infinito



Regia: Giorgio Bruno



Perdincibacco!!
Poffarbacco!!
Perdiana!!
Porca troia!!
Ci vuole impegno per fare un film peggiore di questo

A parte la trama rivista già rivista e rivisitata in tutte le salse, quello che colpisce come un diretto sugli zebedei è il cocktail di errori agghiaccianti che formano il film. Mi spiego meglio, per una buona caduta servono diversi fattori concomitanti, terreno sdrucciolevole, scarpe troppo larghe, il peso del corpo sbilanciato in vario modo, l'assenza di appigli o l'aver le mani impegnate, tutto questi elementi insieme portano alla frattura del setto nasale contro il pavimento.. ora per il film in questione è la stessa identica cosa:

  • la regia è scarsissima, non dona nulla al film;
  • la recitazione degli attori è nulla, le frasi vengono dette senza peso e senza toni;
  • i dialoghi sono terribili e inudibili, sembrano copiati da altri film e mescolati a caso;
  • accadono cose senza senso ;
  • si capisce chi è l'assassino dopo 5 minuti (tra l'altro l'attore non è all'altezza della parte);

Ma andiamo con ordine..


Trama: un serial killer uccide prendendo spunto dagli omicidi raccontanti in dei libri (non ci aveva mai pensato nessuno!!!)


Regia: a volte sembra di guardare un altro film, il regista inserisce spezzoni di "vita quotidiana" dei protagonisti con la delicatezza di un esame rettale, in più alcune "tracce" investigative vengono lasciate in sospeso senza più nessun riscontro..


Recitazione: fiacca da morire, discorsi monotono, frasi dette in maniera troppo sbrigativa e senza colore, idem per espressioni che invece sovrabbondano nell'assassino rendendolo anziché inquietante, ridicolo, eppure si vanta la presenza nel film di 2 registi famosi, che però a mio avviso non hanno riguardato le scene girate. 


Dialoghi: e qui ci divertiamo proprio, ne ho trascritto alcuni giusto per fare un esempio concreto:


Delitto sulla banchina. 
Viene ritrovata una macchina con l'autista morto per un colpo alla testa.

Medico Legale: Ora del decesso alle 2 di notte

Poliziotta: Chi ha scoperto il cadavere?
Medico Legale: Quella ragazza, passava da qui mentre faceva jogging
Poliziotta: Quindi pensi che non fosse solo?

ehhh??? perché "quindi pensi che non fosse solo", il Medico Legale non ha detto niente che potesse dare l'incipit per quel "quindi".. 
andiamo avanti

stessa scena, la poliziotta guarda dentro la macchina e

Medico Legale: le macchie di sangue attorno al sedile dimostrano che qui c'era seduto qualcuno

la Poliziotta spara la domandona da premio Nobel: qualcuno che è scappato dopo aver commesso l'omicidio?


ma porca vacca, hai un cadavere al volante con un buco in testa sulla sinistra e la testa inclinata verso destra, ti dicono che c'era un passeggero seduto al momento dell'esplosione del colpo... e tu ipotizzi che potesse essere l'assassino????  
e come cazzo ha fatto a sparare ???? ed il Medico Legale le risponde anche, invece di mandarla a fare in culo: no non credo (eh già rimane qualche dubbio, metti che il passeggero fosse Flash oppure Superman sarebbe stato possibile sparare e poi sedersi di corsa per beccarsi gli schizzi di sangue)

ma ecco che arriva lo scienziato Poliziotto: quindi il ragazzo conosceva il suo assassino??


ma perchéééé da cosa deduci che il ragazzo conosceva il suo assassino, ancora con sti 'quindi' buttati così a caso


ed ancora : nessuna scheggia di vetro, quindi il finestrino era abbassato


complimentoni, che sagacia!!

aggiungerei.. 
quindi il freno a mano era tirato, 
quindi il ragazzo studiava poco, 
quindi era daltonico!!

Tutto ciò accade in 5 minuti 5 di film, immaginate il resto
Accadono cose senza senso:
abbiamo appena letto che si ipotizzava che il ragazzo conoscesse l'assassino, bene, peccato che poi questa pista nel film decada senza nessun avvertimento, cioè non si vede qualche indagine sugli amici della vittima, niente...non se ne parla più e basta. Le uniche 3 persone indiziate per omicidio, sono la scrittrice del libro l'editore con cui ha una relazione. Sotto torchio la scrittrice e l'editore riferiscono che c'è una terza persona, Leo il barista, che conosce il contenuto del nuovo libro, e quindi potrebbe essere anche il potenziale assassino, ma la cosa non tange i due poliziotti fanno finta di non sentire...boh!!!

Gli strumenti di tortura inquadrati sono alquanto inusuali, perché mettere una chiave a "pappagallo" quando hai già una pinza e un paio di tenaglie? cosa ci fai con la chiave a "pappagallo"?....inoltre ci sono 3 martelli uguali....3!!
Il Poliziotto costretto a leggere il libro per prevedere le mosse dell'assassino, legge a casa sua a voce alta..!?? Ragioniamo, ma chi è che legge a voce alta da solo?? Una voce fuori campo non sarebbe stata più decente?

L'identità dell' assassino si scopre dopo il quinto minuto di film, giuro!!!
Mi domando perché perché si continui ad insistere con gli Horror italiani, a parte qualche caso raro non si fa altro che cadere nel ridicolo.




ZandZ | Recensissimo

ZandZ raccoglie il peggio del peggio: film che mai avrebbero dovuto essere concepiti né tantomeno pubblicati. Si meritano d'ufficio un -1, che per chi ne capisce di informatica significa 'ERRORE'.



Giudizio complessivo: -1

Buona visione e alla prossima,

Recensissimo



TRoiler



Lasciate un commento, oh voi che leggete...
Per non perdervi neanche una recensione, seguiteci qui ;) :